,,
Virgilio Sport

La eNazionale di FIFA si qualifica al mondiale di Copenaghen

Non è solo un'estate di delusione, quella relativa alla nazionale italiana. E' infatti la eNazionale, ovvero la nazionale azzurra di FIFA, a tenere in alto il tricolore, ottenendo la qualificazione alla FIFA eWorld Cup che si disputerà su FIFA 22 su PS5. L’evento si svolgerà in Danimarca nella capitale Copenaghen dal 27 al 30 luglio. 

25-06-2022 10:02

Francesco Basile

Francesco Basile

eSport Web Editor

Nato con i videogame, è già un superesperto di eSports. Ha fatto nascere diverse iniziative di settore e sa tutto, ma veramente tutto, di quello che ruota dentro e intorno al mondo dello sport virtuale. Per Virgilio Sport approfondisce e racconta l’eSport a 360 gradi con l’esperienza di un giovanissimo veterano.

La eNazionale di FIFA si qualifica al mondiale di Copenaghen

Non è solo un’estate di delusione, quella relativa alla nazionale italiana. E’ infatti la eNazionale, ovvero la nazionale azzurra di FIFA, a tenere in alto il tricolore, ottenendo la qualificazione alla FIFA eWorld Cup che si disputerà su FIFA 22 console PS5. L’evento si svolgerà in Danimarca nella capitale Copenaghen dal 27 al 30 luglio.

Una qualificazione sofferta

FIFA lo conosciamo bene, non è un videogioco come gli altri. Ogni partita è un capitolo differente. La qualificazione degli azzurri è arrivata proprio sulla scia di questo dualismo. La prima parte infatti, possiamo dire essere stata una passeggiata di salute. La nazionale guidata dal coach Nello ‘Hollywood285’ Nigro, i dai tre plater Danilo ‘Danipitbull98’ Pinto, Francesco Pio ‘Obrun 2002’ Tagliafierro e Andrea ‘Montaxer’ Montanini ha distrutto la fase a gironi. Sedici punti totali e primo posto blindato.  Un’Italia che sembrava pronta per agguantare il pass facilmente, ma le fasi finali si sono dimostrate non prive di insidie.

Il Portogallo complica i piani

E’ tempo di tabellone finale. C’è il Portogallo sul cammino degli azzurri. Ogni sfida, da questo momento in poi, sarà in modalità Andata e Ritorno. 180 per passare al turno successivo. L’andata, molto tattica e sofferta, si chiude con un vantaggio minimo di 1-0 per l’Italia. I lusitani però, riescono nel match di ritorno ad agguantare il pareggio proprio nei minuti finali. La partita non si sblocca ed eccoci ai rigori. La lotteria questa volta non sorridere all’Italia, che esce sconfitta.

Non tutto è perduto però. Ricordiamo infatti che in quasi tutti i tornei competitivi di FIFA, c’è sempre un Loser bracket, ovvero una parte di tabellone dove tutti gli sconfitti hanno una seconda chance di giocarsela. Non c’è tempo per i rimpianti, gli azzurri devono subito ripartire. La prima sfida è contro la Bosnia terminano con un perentorio 7-1 . A questo punto resta solo Malta a divedere gli azzurri dalla storica qualificazione. Primi 90° si chiudono con uno sterile 0-0. Nel secondo invece, L’ItaSolo la doppia sfida con Malta, divide gli azzurri dalla qualificazione. Il primo match finisce con un faticoso 0-0. Nel secondo invece, l’Italia riesce a trovare il goal decisivo, per poi chiuderla nei minuti finale.

Si vola a Copenaghen

“Adesso c’è da fare un ultimo sforzo e bisogna portare l’Italia in alto in questa competizione così prestigiosa che coinvolge i più grandi campioni al mondo. Un ringraziamento speciale alla FIGC che non ci ha mai fatto mancare nulla facendoci sentire subito parte della grande famiglia Azzurra.” Queste le parole di coach Hollywood al termine della qualificazione. Appuntamento tra un mese per tifare insieme l’unica Nazionale ai mondiali quest’anno.

 

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...