Virgilio Sport

La lite Lukaku-Barella non si chiude con le scuse: la decisione dell'Inter e di Marotta

L'atteggiamento di Barella non è stato gradito, a quanto pare neanche dal diretto interessato: Lukaku ha replicato in campo, Inzaghi li ha ripresi ma ora tocca all'Inter e a Marotta valutare la sanzione

15-02-2023 11:30

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Posto l’episodio in campo – estremamente sgradevole e censurabile per i termini usati – lo scontro Lukaku-Barella ha mostrato i limiti di un sistema che non perdona le leggerezze e capta ogni tensione, ogni gesto, ogni evidenza che dallo spogliatoio viene traslato sul rettangolo di gioco.

Oggi, a mente fredda, verrà stabilita la via da seguire dopo quanto visto l’altra sera a Genova: uno screzio davvero fastidioso, soprattutto perché consumatosi tra due personaggi trascinanti per l’Inter, come Lukaku e Barella.

La lite Lukaku-Barella in campo a Genova

Sui quotidiani, stamani, si sono spesi titoli e colonne per spiegare il mood societario rispetto a simili situazioni che rischiano di inquinare il clima dello spogliatoio e che non sarebbero stati graditi affatto anche dal tecnico, Simone Inzaghi (a sua volta attaccato sui social dai tifosi e dalla Curva Nord).

Lo avrebbe anche ribadito, prima di presentarsi ai microfoni, ai suoi giocatori, a telecamere spente. E con un linguaggio chiaro, netto che non avrebbe lasciato spazio a interpretazioni.

La questione in sé è un sintomo di un male che Barella ha combattuto nel corso di queste stagioni all’Inter e che, in parte, sembrava maturato, ormai sotto controllo come se quei gesti fossero fotogrammi di un tempo passato da chiudere e circoscrivere a una fase della carriera, ancora acerba.

Rischio multa per Barella

Oggi, complice la indubbia popolarità della lite Lukaku-Barella vivisezionata poi sui principali attori in Rete, la società è chiamata a prendere una decisione su quanto accaduto: l’immagine dell’Inter è quella che emerge anche dalle riprese televisive che milioni di italiani hanno potuto rivedere e rivedere, in diretta o negli estratti di approfondimento.

Due amici-rivali con la stessa maglia che si spendono in un battibecco davvero evitabile, soprattutto in vista dei prossimi appuntamenti e la Champions. L’Inter e in primis Beppe Marotta oggi, quindi, decideranno se dare una multa a Romelu e Nicolò per le loro scintille nel match contro la Samp.

Inzaghi aveva già avuto modo, di stigmatizzare la vicenda a modo suo, con il suo stile e il suo modo di intendere la comunicazione a caldo, ma senza andare oltre.

Barella ha ancora di queste esplosioni caratteriali, qualche reazione insomma più istintiva che altro e – secondo quel che riporta la Gazzetta – ne sarebbe consapevole lo stesso giocatore che pure avrebbe lavorato su questi limiti. Limiti che possono creare disagio, e non solo davanti alle telecamere: uno spogliatoio spaccato, a prescindere dai singoli errori, può rivelarsi un danno.

Gli eccessi di Barella, la censura dell’Inter

Nicolò Barella non dovrà ricadere, multa o meno, in simili ingenuità: ha lavorato molto nei mesi scorsi, come gli era stato chiesto da Inzaghi e dal club, trascinando con la sua qualità a centrocampo la squadra nella fase migliore del campionato.

Sa fare la differenza e, come spesso avviene, gli viene chiesto di mantenere sempre quel livello di affidabilità e inventiva. Almeno per affrontare un calendario che riserva, a stretto giro, gare decisive.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...