Virgilio Sport

La moviola di Juventus-Inter, c'era un rigore anche per i bianconeri?

La prova di Irrati e tutti i casi discussi della partitissima dell'Allianz Stadium analizzati ai raggi X

Pubblicato:

Era stato scelto dal designatore Rocchi un po’ a sorpresa, quando tutti si aspettavano Doveri ma come ha arbitrato Irrati nel derby d’Italia tra Juventus e Inter? La gara è stata segnata da polemiche velenose e non solo per l’episodio del rigore decisivo, fatto ripetere dopo l’intervento del Var. Anche la Juve ha reclamato per un penalty. A fare chiarezza su tutti i casi dubbi è Graziano Cesari, che fa rivedere alla moviola a Pressing, su Italia1, gli episodi contestati.

Per Cesari il rigore per l’Inter è giusto

L’ex fischietto genovese parte dal rigore concesso all’Inter in chiusura di primo tempo:

Irrati è molto vicino e vede benissimo, ma per lui non c’è alcun fallo. Dopo essere stato richiamato dal Var, l’arbitro passa un secondo e mezzo al monitor e prima ancora che finisca il primo replay assegna il rigore. E poi va ad ammonire Morata, quindi considera fallo lo ‘step on foot’ dello spagnolo, ma è Alex Sandro a commettere fallo. Il rigore c’è e a mio parere si poteva fischiare anche dal campo”.

Szczesny para il tiro di Calhanoglu ma ecco cosa succede:

“Irrati fischia calcio di punizione per la Juve per un fallo di Calhanoglu su Danilo, ma poi viene richiamato dal Var, che gli segnala che un giocatore bianconero è entrato in area prima della battuta del turco

Chi entra prima è de Ligt, che poi impatta il pallone e quindi è giusto far ripetere il rigore, ma non si capisce perché Irrati, a cui l’olandese passa davanti, non fischi prima e anzi fischi punizione per la Juve”.

Rigore anche per la Juventus secondo Cesari

Infine altre polemiche per il rigore non concesso alla Juve. Dice Cesari:

“Irrati fischia punizione al 55’ per intervento di Bastoni su Zakaria, il fallo c’è, si tratta di stabilire se sia dentro o fuori l’area. Irrati aspetta il check con Mazzoleni che è al Var e gli dice di proseguire, ma la scarpa di Zakaria è sulla linea e il piede di Bastoni è dentro l’area, per me è calcio di rigore. La valutazione in questo caso è oggettiva, le linee fanno parte di una valutazione oggettiva”.

Il rigore per l’Inter non andava ripetuto per Marelli

Sulla partitissima arriva anche il parere del moviolista di Dazn, Luca Marelli che sul rigore assegnato all’Inter dice:

“È un rigore secondo me non chiarissimo: è vero che c’è uno step on foot che viene sempre punito, ma in questo caso non è pieno. Morata interviene in modo imprudente e Irrati viene richiamato e lì non può che esserci il calcio di rigore e il cartellino giallo. Rivedendo alla moviola è sicuramente rigore”

Poi prosegue:

“Il tiro di Calhanoglu poi viene parato, Irrati segnala un fallo del turco in attacco e dopo una lunga revisione Mazzoleni dice a Irrati di ripetere il rigore perché De Ligt è entrato in area prima della battuta e impatta sull’azione. A mio parere è un errore: il rigore non doveva essere ribattuto, ci doveva essere on field review per assegnare il gol perché non c’è fallo e Irrati ha fischiato dopo che la palla è entrata in porta”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...