Virgilio Sport

La moviola di Roma-Verona: Sozza non brilla, mancano due espulsioni

Tanti episodi dubbi nel match dell'Olimpico tra la Roma e il Verona. I giallorossi invocano due rigori, gli scaligeri uno. In realtà, a mancare sono due cartellini rossi: Sozza grazia Hien e Smalling. La moviola.

20-02-2023 10:12

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Diversi episodi dubbi nel match tra Roma e Verona, che ha chiuso la domenica calcistica in serie A. Una sfida delicata tra due squadre coinvolte nella bagarre Champions (i giallorossi) e in quella per non retrocedere (i gialloblu), con proteste più o meno generalizzate per un paio di rigori non concessi, per qualche cartellino pesante e per varie situazioni di gioco. Super lavoro per Sozza, uno degli arbitri più promettenti del panorama nazionale, apparso meno brillante del solito.

La Roma e quel precedente polemico con Sozza

Il fischietto di Seregno era finito nel mirino dei supporter giallorossi sul finire dello scorso campionato, quando fu designato a sorpresa da Rocchi per la sfida con l’Inter a San Siro. Il principio della territorialità era stato appena esteso ad arbitri della stessa provincia, ma era la prima volta che un direttore di gara dell’hinterland milanese veniva scelto per i nerazzurri e proprio in un match di cartello come quello coi giallorossi. In realtà in quella circostanza Sozza avrebbe arbitrato in modo impeccabile.

Roma-Verona, la moviola: mancano due rossi

Qualche erroruccio, invece, in Roma-Verona. Due quelli gravi: i mancati cartellini rossi per un giocatore della formazione di casa e per uno dei veneti. Hien, in particolare, è graziato in due circostanze, come scrive il Corriere dello Sport: “Il fallo su Belotti è di per sé brutto, entra a forbice sulle gambe (ma non c’era il rosso di solito?), viene ammonito. Poi va sulla punta del piede ancora del Gallo (solo rimessa dal fondo…), rischiando”. Graziato pure Smalling, già ammonito, per un evidente pestone su Lasagna.

Abraham, Gaich e Mancini: chiesti tre rigori

Tre invece i calci di rigore invocati, due dalla Roma e uno dal Verona. Le lamentele giallorosse cominciano presto, su un fallo di Duda su Abraham: appena fuori area, il penalty non c’è. Protesta pure Solbakken per un tiro respinto da Gaich: in realtà l’attaccante scaligero ha le braccia dietro la schiena e in ogni caso sembra respingere solo col petto. Chiede un rigore anche il Verona per un tocco di mano di Mancini in area, dopo però che il pallone era carambolato sul suo corpo: il movimento è sospetto, ma in questi casi ormai gli arbitri generalmente perdonano i difensori.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
Salernitana - Monza
Genoa - Udinese
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro
Ternana - Lecco
Pisa - Venezia
Como - Parma

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...