Virgilio Sport

Lazio, staff Sarri si dimette in blocco: Martusciello solo a Frosinone dopo lo strappo col tecnico toscano

Lasciano il club biancoceleste tutti i collaboratori dell’ex allenatore, che avrebbe vissuto come un tradimento la disponibilità a rimpiazzarlo da parte del secondo 

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Giovanni Martusciello, nuovo allenatore della Lazio dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, lavorerà con uno staff tecnico completamente rinnovato: tutti gli altri collaboratori hanno imitato l’allenatore toscano, presentando le loro dimissioni a Claudio Lotito. La scelta dell’ex vice di restare non sarebbe stata gradita dallo stesso Sarri, che si sarebbe sentito tradito.

Lazio: si dimette lo staff di Sarri, resta solo Martusciello

Alla fine è rimasto solo Giovanni Martusciello. L’intero staff tecnico della Lazio, ad eccezione dell’ex secondo di Maurizio Sarri, ha scelto di seguire l’allenatore toscano e presentare le proprie dimissioni alla società biancoceleste guidata da Claudio Lotito. La Lazio lo ha ufficializzato con un comunicato stampa: “L’intero staff tecnico di Maurizio Sarri ha rassegnato le proprie dimissioni dai rispettivi incarichi – si legge nella nota -. Le dimissioni sono state accettate dalla Società. Come annunciato in precedenza, la guida tecnica della squadra è affidata a Giovanni Martusciello. Il Club ringrazia lo staff per i traguardi raggiunti e per il lavoro svolto, augurando le migliori fortune umane e professionali”.

Il preparatore atletico Davide Ranzato, quello dei portieri Davide Nenci e il collaboratore tecnico Mattia Pasqui avrebbero già risolto il contratto, gli altri collaboratori Davide Losi e Marco Ianni resteranno a Formello fino a lunedì.

Lazio, Sarri “tradito” da Martusciello

Secondo quanto riportato dal Messaggero, Sarri non avrebbe gradito la disponibilità data da Martusciello a sostituirlo sulla panchina della Lazio. Il tecnico toscano aveva detto ai suoi collaboratori di non lasciare il club biancoceleste, ma per lealtà nei suoi confronti tutti hanno presentato le dimissioni, scegliendo di seguirlo. Non Martusciello, che invece ha dato disponibilità alla Lazio. Una scelta rischiosa quella del 52enne tecnico nativo di Ischia: se non riuscirà a farsi riconfermare da Lotito a fine stagione, difficilmente Martusciello tornerà a lavorare con Sarri, che secondo il quotidiano romano s’è sentito tradito dal suo ex secondo.

Contrasti tra allenatori e vice: i precedenti

La vicenda di Sarri e Martusciello rievoca altre fratture tra allenatori e vice nella storia del calcio italiano. Nell’estate del 2003 l’Ancona era in trattativa con Carlo Mazzone, che poi rifiutò la proposta di un club storicamente rivale del “suo” Ascoli: ad approdare sul Conero fu, a sorpresa, lo storico secondo di “Sor Carlo”, Leonardo Menichini, con una decisione che fece traballare i rapporti tra i due.

Nell’estate 2020 Walter Mazzarri si risentì per la scelta del suo secondo Nicolò Frustalupi di lasciarlo per accettare la guida della Pistoiese, da cui venne esonerato dopo sole 12 partite. Esperienza a cui seguì la retrocessione alla guida della Primavera del Napoli: proprio in azzurro i due si sono ritrovati in questa stagione, con risultati però deludenti.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...