Virgilio Sport

Le verità di Montolivo spaccano i tifosi sul web

Le reazioni sui social dopo le accuse dell'ex Milan

Pubblicato:

Le verità di Montolivo spaccano i tifosi sul web Fonte: ANSA

Condannato a smettere. Trattato come la nona scelta. Messo fuori rosa ad allenarsi con i ragazzini. Quante ne ha dette Riccardo Montolivo nell’intervista apparsa oggi su diversi giornali. Dopo mesi di silenzio, in cui ha dovuto ingoiare di tutto – dai messaggi odiosi sui social alle critiche di ogni tipo – l’ex centrocampista del Milan ha vuotato il sacco ed ha voluto dare la sua versione dei fatti.

SOTTO ACCUSA – Il giocatore ha ricostruito le ultime stagioni in rossonero quando di fatto da capitano che era è stato derubricato a riserva delle riserve, senza mai scendere in campo, ma la sua versione non ha convinto la maggioranza dei tifosi.

LE REAZIONI – I fan rossoneri non gli hanno mai perdonato niente: “Personaggio falso… il Milan gli ha più volte chiesto di trovarsi una squadra, l’avrebbe liberato a zero. Ma era troppo comodo l’ingaggio di 3 milioni…” o anche: “Montolivo non ha ancora capito che è stato un bene che non abbia avuto l’opportunità di salutare i tifosi“.

SPIA – L’accusa che circola di più è che Montolivo fosse diventato una spia da spogliatoio: “Oltre che una spia ( gia’ dai tempi di Seedorf all.) anche bugiardo. Ha rifiutato tutte le offerte perchè non voleva rinunciare ai 3 mil. di euro d’ingaggio,altro che mettersi in gioco. Il Bologna lo voleva ma il contratto andava spalmato in 3 anni”.

LA SCELTA – C’è chi scrive: “La sua scelta sbagliata la fece andando via da Firenze pensando di poter dimostrare il proprio talento a Milano…purtroppo per lui questa svolta ha determinato il suo declino sportivo….conoscere i propri limiti forse avrebbe giovato al ragazzo di Caravaggio“.

IL RIMPROVERO – I tifosi sono accaniti: “Facevi meglio a tacere e non fare queste stupide dichiarazioni… Perché non sei andato a giocare da un altra parte invece che incassare ben 3.5 milioni di ingaggio facendo la vacanza?” o anche: “Montolivo ha poco da lamentarsi: gli è stato fatto capire più volte che avrebbe dovuto cercarsi un’altra squadra. Per il giocatore che era, una squadra di fascia media in serie A l’avrebbe trovata. Ha preferito restare a Milanello a fare la spia e a contare i milioni”.

LA DOMANDA – C’è chi sottolinea: “Mi chiedo perché invece di ritirarsi non prova a fare qualche esperienza in Cina o in America dove con la sua esperienza e abilità può ancora fare e dare tanto”.

LA DIFESA – Non manca però chi lo difende: “Io rimango colpito: 1) da come sia stato isolato 2) dal silenzio dei compagni. 3) dall’indifferenza della comunicazione. Difficile non stare dalla parte del giocatore” o anche: “È la sua verità, va letta, rispettata e ricercata anche nel confronto con gli altri protagonisti della storia. Difficile però non provare un MINIMO di empatia per Montolivo” e infine: “Non potrà mai essere peggio di chi lo ha trattato in quel modo…nessuno escluso”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...