Virgilio Sport

Lorenzo Musetti, il millennial italiano che ha incantato il tennis

Nuovo astro del nostro tennis è nato a Carrara nel 2002 e da quando ha 4 anni gioca: un amore cresciuto con lui che ha conquistato il Principato

14-04-2022 13:27

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Se Matteo Berrettini è in pieno recupero, Jannik Sinner e Lorenzo Musetti non lo fanno certo rimpiangere pur con le dovute differenze. A Montecarlo stanno impressionando, dimostrando ancora una volta un feeling benevolo con la terra rossa del Principato che apre una fase della stagione, su questa superficie, ad alto tasso di soddisfazione per i colori italiani.

In particolare è stato Musetti, posizione numero 83 del ranking mondiale, ad affascinare un pubblico forse già troppo educato alle geniali trovate di Sinner o alle migliori performance tennistiche di Berro, ormai una certezza del nostro tennis. Questo ragazzo di Carrara, classe 2002, ha dimostrato colpi e grinta su un campo prestigioso come quello di Monaco.

Chi è Lorenzo Musetti

Nato a Carrara il 3 marzo 2002, per i suoi 20 si è fatto un regalo niente male: infatti, il 3 marzo 2022, Lorenzo si è guadagnato la posizione numero 56 suo best ranking fino ad ora. Perché il ragazzo promette bene e, pur emergendo in una generazione che vanta fenomeni della racchetta come l’altoatesino e il romano, sta conquistando una platea di estimatori sempre crescente complice un avvio di stagione davvero pregevole.

Al tennis, Lorenzo si avvicina ad appena 4 anni quando sono i suoi ad accostarlo per la prima volta al mondo della racchetta. Scoperto da Simone Tartarini, Musetti ha intrapreso un percorso federale “classico”, quasi standard dei programmi federali, ha frequentato il liceo linguistico e si allena al Centro Tecnico di Tirrenia, vicino Pisa.

Le caratteristiche tecniche di Musetti: tennis vintage

Destrimano, tra i pochi che gioca il rovescio a una mano, Lorenzo preferisce il gioco da fondocampo anche se non disdegna di scendere a rete quando si presenta l’occasione, è un tennista dotato di un ottimo bagaglio tecnico, che gli consente di ottenere punti di ardua difficoltà, il suo stile di gioco è considerato “vintage” tanto da risultare in termini di estetica uno dei migliori del circuito ATP, la sua arma principale è il rovescio ad una mano.

Ancora poco pragmatico, lamentela che gli esperti imputano spesso all’inesperienza e alla giovane età, Lorenzo dimostra una attitudine migliore sulla terra rossa veloce, come quella di Montecarlo dove sta migliorando la sua performance partita dopo partita.

Ricordiamo che il suo miglior piazzamento nelle prove del Grande Slam sono gli ottavi di finale raggiunti al Roland Garros nel 2021. Inoltre, tra gli Under 18 ha vinto sette titoli, tra cui gli Australian Open nel 2019, all’età di 16 anni, quando è diventato il più giovane italiano di sempre a essersi aggiudicato uno Slam a livello juniores.

Musetti, sorpresa di Montecarlo

Dicevamo Montecarlo. Dopo l’exploit, piacevolissimo, di Lorenzo la giornata degli ottavi di finale vede impegnati due italiani, Musetti appunto e Jannik Sinner.

Il primo a scendere in campo sarà il carrarese che affronterà Diego Schwartzman sul Court des Princes alle 12:30 circa – al termine dell’incontro del derby statunitense tra Sebastian Korda e Taylor Fritz fissato per le 11. Un unico precedente, tra i due, ad Acapulco con un esito che induceva a un cauto ottimismo. Musetti però non ha superato il turno e ha chiuso 6-2,4-6, 3-6 la sua esperienza a Montecarlo.

Il match che ha visto protagonista in campo l’altoatesino, invece, è programmato come ultimo match sul Court Ranieri III, il campo principale del Montecarlo Country Club, contro Andrey Rublev. Bilancio dei precedenti alla pari, tra loro: 1-1 con il ritiro da parte dell’azzurro che fa ben sperare, visto che poi Sinner è riuscito a rifarsi molto e bene. Dopo un primo set un po’ stentato, Jannik ha saputo ribaltare il risultato e vincere i due set successivi 1-6, 3-6e guadagnarsi i quarti.

Dove vedere Musetti in tv e streaming

Musetti–Schwartzman, campo dei Principi, orario di inizio 12:30 circa, è stata una gara dinamica, combattuta che però ha visto fermarsi Lorenzo, dopo un primo set graffiante, efficace. Musetti esce, però, sconfitto per 6-2, 4-6, 3-6. Diretta in onda su Sky Sport Uno, in streaming su Sky Go e NOW Tv.

Lorenzo Musetti, il millennial italiano che ha incantato il tennis Fonte: ANSA

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...