Virgilio Sport

Messi che non gioca amichevole è un caso a Hong Kong, la Pulce costretta a chiarire

La Pulce non scende in campo contro la rappresentativa di Hong Kong e deve spiegare il perché in conferenza dopo le proteste di pubblico e Governo

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

L’Inter Miami va in tournée ad Hong Kong e Messi non scende in campo. Inutile dire come la tifoseria locale non abbia apprezzato, per usare un eufemismo, gli zero minuti concessi alla Pulce in amichevole. E hai voglia a spiegare del problema muscolare che ha impedito alla Pulce di scendere in campo. Non è bastato per contenere la furia degli spettatori, tanto che è intervenuto anche il governo che aveva erogato un cospicuo finanziamento agli organizzatori. Insomma, un evento promozionale ha avuto l’effetto di un boomerang.

L’Inter Miami vince ma Messi non c’è

Partiamo dal risultato, sebbene sia del tutto ininfluente. L’Inter Miami ha battuto la rappresentativa di Hong Kong 4-1. Ma non è certamente la sconfitta che ha fatto male ai supporter locali, quanto l’assenza in campo di Lionel Messi. La Pulce è rimasta in panchina per tutti e 90 i minuti di gioco a causa di un problema muscolare. Considerato il costo del biglietto, dai 125 ai 600 euro, la notizia è stata presa davvero in malo modo dall’intera nazione con proteste che non si sono limitate ai fischi.

Le conseguenze del mancato impiego della Pulce

In pratica è intervenuto il governo locale e le conseguenze potrebbero diventare piuttosto serie per gli organizzatori. Si parla di rimborso totale del cospicuo incasso oltre che del ritiro dei finanziamenti pubblici concessi per l’evento. In tutto questo anche l’immagine di Messi, parecchio idolatrato in tutto il continente asiatico, ne ha risentito molto. Bastava vedere l’accoglienza riservata alla Pulce al momento dello sbarco ad Hong Kong o i 40mila biglietti venduti in pochissimo tempo per accorgersi dell’affetto smisurato nei confronti dell’argentino.

L’accordo violato: le parole del segretario allo sport

Ma non solo Messi: neppure Luis Suarez ha messo piede in campo ad Hong Kong. Così, quando David Beckham si è presentato in campo per ringraziare il pubblico come da prassi, è stato sommerso di fischi. Considerando che doveva essere una tournée promozionale, non è certo l’esito sperato dal club della Florida. Così è arrivata la conferenza stampa del segretario alla cultura, sport e turismo Kevin Yeung che non le ha mandate a dire: “Una delle condizioni principali del nostro accordo di finanziamento con Tatler Asia era che Messi partecipasse alla partita per almeno 45 minuti, con riserva di considerazioni relative alla forma fisica e alla sicurezza”.

C’è un’altra amichevole col Vissel Kobe

Non ha potuto far altro che scusarsi Leo Messi, facendo presente che le condizioni fisiche attuali non gli consentivano di rispettare gli accordi presi. Adesso l’Inter Miami concluderà nella giornata di domani la propria esperienza asiatica, giocando contro i giapponesi del Vissel Kobe. Chissà se l’ex stella del Barcellona riuscirà a garantire almeno qualche minuto. Sicuramente alla gente di Hong Kong non farà passare la rabbia, ma almeno lascerà un ricordo migliore della sua tournée.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...