Virgilio Sport

Michael Schumacher "può sedersi a tavola": la rivelazione sulle condizioni di Schumi riportata da Johnny Herbert

Le parole dell'ex pilota di F1, Johnny Herbert, ex compagno di scuderia di Schumacher ai tempi del 2° Mondiale vinto con la Benetton, hanno riacceso ancora una volte le speranze su un possibile ritorno alla normalità di 7 volte campione del mondo ma la realtà è ben altra cosa...

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Non si placano le voci sulle condizioni di Michael Schumacher. Nonostante la famiglia continui praticamente da dieci anni a questa parte a mantenere estremo riserbo sulla vita del 7 volte campione del mondo, dopo il grave incidente sulle nevi di Meribel, sono sempre all’ordine del giorno le illazioni e le voci sullo stato di Schumi così come le pseudo testimonianze che arrivano dal mondo della F1.

L’ultima in ordine di tempo arriva dalla bocca di Johnny Herbert che si Schumacher è stato compagno di scuderia ai tempi della Benetton che in un’intervista ha detto di aver sentito da qualcuno che campionissimo tedesco abbia fatto dei progressi da poter stare seduto a tavola.

F1, Schumacher fa progressi? Si siede a tavola? I dubbi di Herbert

Nel corso di un’intervista con BettingSites.co.uk, l’ex pilota di F1, compagno di Schumacher in Benetton quando Schumi vinse il suo 2° titolo Mondiale, Johnny Herbert ha detto:

‘Sento solo notizie di seconda mano. Ho sentito dire da gente della F1 che si siede a tavola per cena ma non so se sia vero. Riesco solo a leggere tra le righe”.

Come capitato per altri prima di lui, le parole di Herbert sono solo di riflesso sulla condizione di Schumacher. Tanto che lo stesso ex pilota puntualizza: “Secondo me, poiché non abbiamo avuto notizie dalla famiglia, ciò dimostra che sfortunatamente e probabilmente Michael si trova nella stessa situazione in cui si trovava subito dopo l’incidente. Non sembra che sia cambiato molto. Suppongo che la famiglia stia aspettando che la scienza trovi qualcosa che, si spera, riporterà indietro il Michael che tutti conoscevamo e per le persone che lo hanno visto solo attraverso le immagini televisive quando era dinamico su una pista da corsa”.

Fonte: ANSA

Schumacher: il silenzio di Corinna e dei figli Mick e Gina Maria

Inutile girarci intorno. Su Schumacher non si sa nulla da diversi anni. Se nei giorni immediatamente successivi all’incidente di Meribel c’erano diverse comunicazioni, ufficiali e non con tante fughe di notizie, col passare del tempo la scelta di mantenere il silenzio da parte della famiglia, Corinna e i figli Gina Maria e Mick, ha di fatto “oscurato” qualsiasi aggiornamento sulle condizioni di Schumi. Su Michael ci sono solo non notizie. Se si esclude qualche rivelazione molto sporadica di Jean Todt (tra il ristretto numero di eletti ad aver accesso a casa Schumi).

Schumacher e la villa di Maiorca: il mistero sull’estate 2020

Nel settembre 2020 era stato detto che Schumacher stesse trascorrendo l’estate nella villa di Maiorca. La stampa spagnola riferì che fosse stato trasferito dalla sua villa svizzera di Gland nella lussuosa tenuta di famiglia, Las Brisas vicino ad Andratx, nel sud-ovest dell’isola. La famiglia Schumacher non ha mai confermato anzi smentito queste notizie così come le parole pronunciate all’epoca da Elisabetta Gregoraci, ex moglie di Flavio Briatore, durante l’edizione di quell’anno del Grande Fratello Vip:

“Michael non parla, comunica con gli occhi. Si sono trasferiti in Spagna e sua moglie ha allestito un ospedale in quella casa. Solo tre persone possono fargli visita e so chi sono”

Fonte:

Il tentativo di “riportare” in pista Schumacher

Sul suo stato di salute, ha scritto qualche settimana fa Giorgio Terruzzi sul Corriere della Sera, regna come sempre il massimo riserbo: quel che si sa per certo è che Schumi respira autonomamente, che i fisioterapisti lavorano per fargli mantenere un tono muscolare sufficiente, ma anche che è immobile e che non parla. Su quelle che sono o potrebbero essere le sue risposte agli stimoli si sa poco o nulla.

Proprio a ridosso del decennale di Meribel, la Bild ha rivelato che una delle “cure” a cui Schumacher viene sottoposto fa parte delle cosiddette terapie riabilitative. Al fine di stimolare la sua attività celebrale Schumi è stato fatto salire a bordo di una Mercedes-AMG per qualche giro di pista. Un modo per recuperare la propria facoltà mentale facendo leva su suoni, emozioni e sensazioni riconducibili a momenti di vita che hanno caratterizzato i suoi anni da protagonista in pista.

Ferrari 2024: come sarà la nuova livrea, l’indiscrezione

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...