Virgilio Sport

Milan-Inter, moviola: la svista dell’arbitro che stava rovinando la festa e le maxirisse finali

La prova di Colombo analizzata ai raggi X da Luca Marelli di Dazn e da Cesari, il fischietto comasco ha ammonito cinque giocatori e ne ha espulsi tre

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Viene considerato il miglior arbitro della Next Gen e per Rocchi è un talento vero: non è un caso se il comasco Colombo sia stato scelto per tanti big-match come il derby Milan-Inter ma era reduce da uno stop di due turni dopo Lazio-Juve, quando aveva ignorato un netto rigore per i biancocelesti. Con questa scelta, Colombo diventa il secondo arbitro più giovane di sempre ad essere designato per il derby di Milano a 33 anni, 6 mesi e 17 giorni. Davanti a lui solo Gianluca Paparesta, 33 anni 5 mesi e 29 giorni, subito dietro Collina, 34 anni e sette mesi. Se dovessimo andare agli albori, Goodley di Torino, per esempio, aveva 31 anni (1909), Recalcati di Milano 32 (1910). Vediamo come se l’è cavata ieri sera a San Siro l’enfant prodige comasco alla sua trentesima gara in serie A.

Clicca qui per gli highlights di Milan-Inter

I precedenti di Colombo con Milan e Inter

Colombo aveva diretto una volta il Milan (contro il Monza, con una sconfitta per 4-2) e fu un arbitraggio controverso. Le polemiche in quel caso furono due: la prima riguardante un rigore non assegnato ai rossoneri per fallo di Carboni su Theo Hernandez (Graziano Cesari lo definì addirittura “una doppia fallosità, contatto alto e basso“) e la seconda sull’espulsione di Luka Jovic dopo una reazione ai danni di Armando Izzo. Tre i precedenti con l’Inter: vittorie contro Atalanta (tra le proteste degli orobici per un gol annullato a De Ketelaere), Monza e Bologna.

L’arbitro ha ammonito cinque giocatori e ne ha espulsi tre

Coadiuvato dagli assistenti Meli e Alassio con IV Ufficiale Massa, al VAR Marini e all’AVAR Mariani, l’arbitro ha ammonito cinque giocatori, di cui tre della squadra di Pioli, e il tecnico Inzaghi e ne ha espulsi uno per parte: 22’ Barella (I), 32’ Lautaro (I), 36’ Theo Hernandez (M), 88’ Inzaghi (allenatore Inter), 89’ Gabbia (M), 92’ Tomori (M). Espulsi al 93’ Theo (M) e Dumfries (I)

Milan-Inter, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. All’8 prima mini-rissa in campo dopo un fallo di Theo con Barella con scintille iniziali tra Adli e Mkhitaryan che provocano un capannello : Colombo si defila, fa calmare gli animi e richiama i due giocatori duramente senza ammonire nessuno. Primo giallo al 22′ per Barella: intervento ruvido su Theo lanciato in campo aperto. Al 32′ ammonizione anche per Lautaro, intervenuto a gamba alta su Tomori. Anche Theo Hernandez viene ammonito al 36′ per un intervento irregolare su Barella fuori area. Al 40′ grande risposta di Sommer su conclusione di Calabria, sulla respinta lo stesso Calabria cade in area e chiede il rigore ma Colombo fa continuare. Al 45′ forti proteste interiste per un fallo su Dimarco da parte di Tomori, con azione proseguita e che ha portato Leao a sfiorare il gol del pari.

Ripresa di Milan-Inter tutto sommato tranquilla fino al gol di Tomori che era regolare come ha confermato il check del Var. Finale caldo. Scintille tra Thuram e Maignan nel finale ma Colombo li divide subito. All’88’ giallo anche per Inzaghi, che protestava vivacemente nel chiedere un cambio. Altra ammonizione, giusta, all’89’ per Gabbia dopo un fallo su Lautaro. Ultimo giallo per Tomori prima di una maxirissa finale che coinvolge tutti. Colombo sventola il cartellino rosso per Theo e Dumfries. Prima del fischio finale altra rissa sotto porta con pugno di Calabria a Frattesi e con espulsione anche per il difensore rossonero. Finisce 2-1 per l’Inter ed è scudetto.

Per Marelli Colombo ha commesso un errore

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn dice. “Non c’era rigore su Calabria nel primo tempo, era solo una copertura della posizione. C’era invece fallo su Dimarco con ammonizione di Tomori prima dell’intervallo. Errore dell’arbitro”.

Cesari promuove Colombo

Su Italia1, durante Pressing, arriva l’analisi di Graziano Cesari: “Puoi arbitrare benissimo ed essere comprensivo, ha usato anche buon senso ma quando i calciatori perdono le staffe devi cacciare dei rossi, è successo negli ultimi 5′. Vedete le immagini del rissone finale, con Maignan che esce anche dalla porta, impossibile riportare la calma, è chiaro che arrivano i provvedimenti arbitrali che colpiscono Maignan e Dumfries. Nell’extra-time altro rosso nella stessa situazione, Colombo deve correre per sedare la situazione. C’è una reazione scomposta, un pugno con la mano destra al viso di Frattesi, inevitabile il rosso a Calabria. Il derby bellissimo è stato rovinato da queste situazioni, Colombo è stato bravissimo, la designazione non era stata accolta bene per precedenti col Milan giovanile, invece se l’è cavata benissimo ed ha soli 33 anni, è destinato a una grandissima carriera”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...