Virgilio Sport

Milan, notte stregata: infortuni e pali, col Parma è solo pareggio

I rossoneri salvano l'imbattibilità in pieno recupero grazie a una doppietta di Hernandez, ma rallentano: finisce 2-2, Inter a -3, Napoli e Juventus a -4.

13-12-2020 22:46

E alla decima partita senza il proprio faro, il Milan rallentò. L’undicesima giornata di Serie A si chiude con la sorprendente pareggio interno dei rossoneri contro il Parma.

Grazie alla doppietta di Theo Hernandez con secondo gol al 91′ la squadra di Pioli mantiene l’imbattibilità in campionato evitando in extremis il secondo ko stagionale, sempre a San Siro, dopo quello contro il Lille in Europa League, ma il 2-2 contro il Parma fa la gioia delle inseguitrici, tutte vittoriose: ora l’Inter è a -3, poi Napoli e Juventus a tre punti dalla capolista, a seguire Sassuolo e Roma.

Sorride invece il Parma di Liverani, cui il Milan porta bene: dopo il 2-2 a San Siro dello scorso anno alla guida del Lecce il tecnico romano ottiene il terzo risultato utile consecutivo portando la propria squadra a 11 punti, ben distante dalla zona retrocessione.

Per il Milan è il terzo pareggio in stagione senza Zlatan Ibrahimovic: dopo sette vittorie e altre due X tra campionato, preliminari e fase a gironi di Europa League i rossoneri scoprono il peso specifico dello svedese, non surrogato da una prestazione ancora deludente di Rebic come terminale offensivo oltre che dei trequartisti alle sue spalle.

Serata comunque anche stregata per il Diavolo, che ha perso subito per infortunio Matteo Gabbia e nel secondo tempo Ismael Bennacer e che ha colpito quattro pali vedendosi anche annullare una rete dal Var nel primo tempo per un fuorigioco millimetrico.

Parma subito in palla e pericoloso nelle ripartenze. La prima sblocca la partita al 13’ con Hernani bravo a piazzare di piatto alle spalle di Donnarumma dopo un’azione ubriacante di Gervinho.

Il Milan, con Kululu gettato nella mischia al posto di Gabbia, inizia a carburare dopo aver rischiato di subire il raddoppio con Karamoh e inizia a schiacciare l’avversario. Al 23’ Castillejo si vede togliere dal Var la gioia del secondo gol consecutivo, poi prima dell’intervallo i rossoneri contano già tre pali: in sequenza nella stessa azione quelli colpiti al 40’ da Brahim Diaz e Calhanoglu, poi il turco fa bis al 44’ su punizione.

Milan a testa bassa anche in avvio di ripresa grazie anche agli innesti di Leao e Hauge per Castillejo e Diaz: ci provano Kessié con i suoi inserimenti, poi è ancora palo per Calhanoglu su invito di Leao. L’incredibile si materializza all’11’ con il raddoppio del Parma: Hernani scodella a centro area dove non arriva nessuno e Kurtic insacca sul secondo palo.

Troppo per il Milan che riapre subito la partita al 12’ con Hernandez sugli sviluppi di un corner, ma quando la rimonta sembra possibile i rossoneri si sgonfiano, sopraffatti dalla stanchezza.

Il pareggio arriva in pieno recupero quando per il Parma il colpaccio sembra in cassaforte, ancora con Hernandez, che raccoglie una corta respinta di Sepe su tiro di Leao.
 

Milan, notte stregata: infortuni e pali, col Parma è solo pareggio Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...