Virgilio Sport

Mondiali ciclismo, Ganna non basta: Italia argento nell'inseguimento. Claudia Cretti, bronzo capolavoro

Prime medaglie per l'Italia ai Mondiali di ciclismo: Ganna e gli azzurri dell'inseguimento battuti dalla Danimarca, bronzo per Claudia Cretti nell'inseguimento C5.

05-08-2023 22:20

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Prime medaglie per l’Italia ai Mondiali di ciclismo a Glasgow. Una era attesa, nell’inseguimento a squadre maschile, dove gli azzurri avevano centrato la finale con la Danimarca. L’altra, invece, l’ha conquistata Claudia Cretti nell’inseguimento femminile C5: straordinaria la rimonta dell’atleta paralimpica azzurra nella finale per il bronzo. Rimpianti invece per le ragazze dell’inseguimento femminile, quarte dopo la finalina con la Francia, e per l’esito delle prime prove su strada, junior femminile e maschile: in entrambi i casi, beffardi quarti posti per i migliori azzurri.

Niente da fare nell’inseguimento: Italia battuta dalla Danimarca

Nella rivincita dell’epica finale dell’Olimpiade di Tokyo, vinta dall’Italia al fotofinish grazie a una leggendaria rimonta guidata da Ganna, questa volta l’hanno spuntata i danesi. E con pieno merito. Ampio il vantaggio dei favoritissimi nordici, dopo che pure l’Italia – oltre a Filippo Ganna, quartetto azzurro composto da Jonathan Milan, Manlio Moro e Francesco Lamon – aveva indovinato una partenza da sogno. Non è bastato, perchè poi la Danimarca ha recuperato terreno in progressione e ha vinto con oltre due secondi di vantaggio. Per gli azzurri uno stimolo in più in vista di Parigi: il prossimo anno il duello potrebbe ripetersi.

Claudia Cretti bronzo nell’inseguimento femminile C5

Terzo posto, invece, per Claudia Cretti che nella finale per il bronzo dell’inseguimento femminile C5 ha battuto, col tempo di 3’43”269 la britannica Newberry. Enorme la soddisfazione per l’azzurra, che nel 2017 aveva visto la morte con gli occhi. “Sono contentissima, è la prima medaglia per l’Italia ed è la prima per l’inseguimento: una fatica assurda”, le sue parole ai microfoni della Rai. “Quando il Ct mi ha detto ‘vai a prenderla’ ho dato il massimo. Mi bruciavano gli occhi, ma ce l’ho fatta. L’incidente del 2017? Sono viva per miracolo, ma la verità è che anche in coma mi giravano le ruota in testa”.

Quarte le azzurre dell’inseguimento, ok Miriam Vece

Niente medaglie per la nazionale femminile dell’inseguimento, sconfitta al fotofinish dalla Francia nella finale per il terzo posto. Buona la partenza delle azzurre – Vittoria Guazzini, Letizia Paternoster, Chiara Consonni e Martina Fidanza – che hanno raggiunto anche gli otto decimi di vantaggio, per poi essere rimontate dalle transalpine. Finale in volata e successo Francia. Buone notizie, di contro, dal Keirin femminile: missione ripescaggio compiuta per Miriam Vece.

Le prime prove su strada: beffati Venturelli e Sierra

Prime prove su strada, intanto, in attesa del clou: domenica 6 agosto è il giorno della finale della prova maschile elite. In quella junior femminile successo per la 18enne francese Julie Bego davanti alla britannica Ferguson e alla belga Moors, che ha beffato Federica Venturelli nello sprint per il bronzo. Quarto posto, insomma, proprio come ai Mondiali junior di ciclocross a febbraio. “Per me è l’ennesimo quarto posto in questa stagione, però la gara è stata buona”, l’ammissione di Federica. “Non siamo riuscite a chiudere su Bego, ho cercato nel finale di muovermi per andare sul podio, ma è sfumato di poco”.

Rimpianti anche al maschile per il quarto posto di Juan David Sierra, tradito da un salto di catena proprio ai piedi dell’ultimo strappo mentre si giocava il secondo posto alle spalle dell’inarrivabile danese Albert Philipsen, bravo a staccare i sei compagni di fuga e a chiudere in solitaria a braccia alzate sotto la pioggia. L’argento è andato al tedesco Paul Fietzke, il bronzo al norvegese Felix Kristoff.

Segui i Mondiali di ciclismo su DAZN

Leggi anche:

Caricamento contenuti...