Virgilio Sport

Mondiali, Francia: Benzema sta bene e domenica sarà in Qatar per la medaglia, ma perché non gioca?

L’attaccante, che è tornato ad allenarsi con il Real Madrid, è ancora nel roster dei Bleus, ma Deschamps non è intenzionato a utilizzarlo nella finale contro l’Argentina  

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Karim Benzema sta bene: il Pallone d’Oro ha smaltito l’infortunio ed è tornato ad allenarsi a Madrid con il Real prima di partire per il Qatar. La Francia, infatti, non l’ha mai escluso dal proprio roster per i Mondiali 2022: ciò vuol dire che Karim “The Dream” sarà in campo al termine della finale con l’Argentina per fare festa con i compagni in caso di vittoria o ricevere la medaglia d’argento. In teoria potrebbe anche giocare, tuttavia il c.t. dei Bleus Didier Deschamps non pare intenzionato a utilizzarlo: qui spieghiamo il perché.

Mondiali: Benzema disponibile per la Francia

Quelli in Qatar dovevano essere i Mondiali della coppia MbappéBenzema per la Francia. Il 20 novembre, invece, un infortunio al quadricipite della coscia sinistra ha obbligato il Pallone d’Oro a rinunciare al torneo in Medio Oriente. Il c.t. della Francia Didier Deschamps ha scelto di non sostituire Benzema e di affrontare il torneo con 25 giocatori invece dei 26 messi a disposizione dal regolamento FIFA: l’attaccante del Real, dunque, non è mai stato eliminato dal roster ufficiale dei Bleus ai Mondiali.

Per questa ragione domenica Benzema sarà chiamato in campo insieme agli altri giocatori della Francia per la premiazione e la cerimonia di chiusura del torneo: almeno in teoria l’attaccante potrebbe anche giocare la finale contro l’Argentina.

Mondiali: Benzema ok col Real, ma fuori dalla Francia

Le immagini postate dal Real Madrid sui propri canali social parlano chiaro: Benzema sta bene, s’è allenato a Valdebebas con i compagni non impegnati nei Mondiali ed è anche sceso in campo nell’amichevole con il Leganés. Sarebbe dunque disponibile anche per Deschamps.

Il c.t. della Francia, però, al momento non sembra intenzionato a modificare gli equilibri offensivi della sua squadra, che in Qatar viaggia a una media di più di due gol a partita (13 in 6 gare): il tridente composto da Mbappé, Giroud e Dembelé, supportati dal “tuttocampista” Griezmann, funziona e anche la panchina è in grado di dare il suo contributo, come dimostrato ieri dal gol di Kolo Muani contro il Marocco.

Mondiali: la rinuncia di Deschamps a Benzema

Inoltre Deschamps avrà ripensato agli ultimi Europei, torneo in cui Benzema fece il suo ritorno nella Francia dopo la sospensione per il caso del ricatto a luci rosse all’ex nazionale Valbuena: lo scorso anno i Bleus furono la delusione del torneo, eliminati agli ottavi di finale dalla Svizzera ai rigori. In quella partita Benzema segnò una doppietta, ma non riuscì a evitare la sconfitta della Francia.

Rinunciare a una stella per il bene del gruppo: la filosofia di Deschamps finora ha funzionato, ma se dovesse essere l’Argentina a vincere i Mondiali il c.t. dovrà prepararsi alle critiche di stampa e tifosi.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...