,,
Virgilio Sport

Mondiali, Germania in rivolta: polemiche per la foto e Neuer fa il mago

La partita Germania-Giappone è già nella storia e non solo per la vittoria dei nipponici. La protesta dei tedeschi ha dato il via a tante discussioni.

24-11-2022 09:36

Germania-Giappone è già nella storia dei Mondiali e non solo per la vittoria, a sorpresa, dei nipponici. La presa di posizione dei tedeschi contro la FIFA sta scatenando una vera e propria bufera.

Germania sotto assedio, la sconfitta evoca brutti ricordi

La Germania trema. Nella gara inaugurale del Mondiale 2022, la squadra di Hansi Flick è stata battuta (meritatamente) dal Giappone. Una sconfitta pesante che ha riportato alla mente Russia 2018 quando i tedeschi furono battuti alla “prima” dal Messico (0-1) per poi uscire al termine della fase a gironi.

Il Ct Hansi Flick si è detto fiducioso: “Possiamo battere la Spagna” ma c’è preoccupazione nell’ambiente tedesco. Anche perchè la gara con il Giappone è stata “caricata” di ben altri contenuti, decisamente di stampo politico. La foto di rito pre-partita con la mano alla bocca ha fatto il giro del mondo.

La Germania non sta zitta, duro attacco alla FIFA

Dopo tante polemiche, Manuel Neuer non ha indossato la fascia arcobaleno per i diritti Lgbtq+ ma la squadra non si è lasciata intimidire dalle minacce della FIFA: la foto con la mano alla bocca ha avuto un effetto ancor più dirompente.

Il presidente della Federcalcio tedesca Bernd Neuendorf ha già fatto sapere che “… la questione non finisce qui”. Di fatto, la Germania si farà sentire da Gianni Infantino che, con la sua censura, sta perdendo consensi e voti (anche Danimarca e Belgio si sono espressi chiaramente, criticando l’operato del numero 1 della FIFA). C’è chi pensa che si sarebbe dovuto fare anche di più, anche se la foto pre-gara della Germania è motivo di discussione ovunque nel mondo.

Germania, il trucco di Neuer per sostenere i diritti umani

Manuel Neuer è sempre stato molto sensibile alla questione dei diritti umani. Già nel 2014 aveva indossato la fascia a favore dei diritti della comunità Lgbtq+. Avrebbe voluto farlo anche in Qatar, nella gara inaugurale del Mondiale, ma non ha potuto farlo. Tuttavia, il portiere tedesco non si è affatto arreso.

Il numero 1 del Bayern Monaco ha usato un semplice ma funzionale trucchetto: in primis ha deciso di coprire la fascia imposta dalla FIFA con un’altra maglia (tanto che gli è stato chiesto di mostrarla prima del match) e, inoltre, ha giocato con delle scarpe in cui c’era un piccolo richiamo all’arcobaleno. Come protestare restando comunque nelle ferree regole imposte dalla FIFA; firmato Manuel Neuer.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...