Virgilio Sport

Mondiali, la Germania assolve la Spagna: niente biscotto, la colpa è di Flick

Perdendo col Giappone, Luis Enrique ha evitato la Croazia agli ottavi e il Brasile ai quarti di finale. Ma per i tedeschi il vero colpevole dell’eliminazione è il c.t.

02-12-2022 12:27

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, specializzato in calcio e pallanuoto, cura anche la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

“La Spagna ci ha fregato?”. La domanda che compare sul sito della Bild il giorno dopo l’eliminazione della Germania dai Mondiali di Qatar 2022 è un’eccezione: tra stampa e opinione pubblica la maggior parte dei tedeschi non crede al biscotto tra gli iberici e il Giappone. Il vero colpevole dell’uscita ai gironi sono il c.t. Hans Flick e il gruppo di giocatori della nazionale. Tuttavia la Spagna pare davvero averci guadagnato dalla sconfitta con i nipponici. 

Mondiali Qatar 2022: perché alla Spagna conveniva il biscotto

I dubbi sul comportamento della Spagna nella gara con il Giappone sono alimentati dagli accoppiamenti della fase a eliminazione diretta dei Mondiali in Qatar, direttamente collegati ai piazzamenti nella fase a gironi. 

Se avesse vinto il gruppo E, la Spagna si sarebbe trovata ad affrontare la Croazia vice-campione del mondo in carica negli ottavi di finale e, soprattutto, il Brasile – favorito per la vittoria finale – nei quarti. Invece, grazie al k.o. di ieri, Luis Enrique sfiderà il Marocco nel prossimo turno. Inoltre, ha estromesso un avversario dal potenziale comunque enorme come la Germania. 

Mondiali Qatar 2022: Spagna, le mosse di Luis Enrique

Anche per chi sostiene la tesi del biscotto appare comunque complicato affermare che Luis Enrique abbia voluto favorire il Giappone: il c.t. della Spagna ha effettuato il turnover, schierando titolari per la prima volta i giovani Balde e Nico Williams, ma ha comunque confermato il centrocampo titolare con Gavi, Busquets e Pedri, vero punto di forza della Spagna.   

Mondiali, la Germania assolve la Spagna per il biscotto

In Germania, almeno a giudicare da quanto pubblicato dalla stampa specializzata e non, sembrano essere in pochi quelli che credono al biscotto. Detto della Bild, che comunque propone come pura ipotesi ai suoi lettori l’idea che la Spagna abbia perso di proposito, il fuoco degli altri giornali è destinato al c.t. Flick e ai giocatori della Mannschaft, soprattutto per essere stati battuti dal Giappone nella gara d’esordio dei Mondiali, poi rivelatasi decisiva. 

Anche nelle dichiarazioni dei nazionali tedeschi non compaiono allusioni al biscotto. “Non ci aspettavamo il risultato della Spagna”, ha affermato Thomas Müller, personaggio abituato a parlare senza peli sulla lingua che s’è dunque astenuto dal lanciarsi ad accuse verso gli iberici. Nei prossimi giorni, dunque, più che Luis Enrique e la sua presunta assenza di fair play, saranno Flick e i suoi giocatori a finire sotto processo dei media e dell’opinione pubblica. 

 

Leggi anche:

Caricamento contenuti...