Virgilio Sport

Morto Kuka, 21enne del Bolzano investito 3 mesi fa da un Tir: compagni in lacrime

Kevin Kuka, 21enne, è morto a causa di un tragico incidente automobilistico dopo 3 mesi di ospedale: i messaggi di cordoglio di familiari e amici

10-07-2023 09:53

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

E’ dal 20 Aprile che la Virtus Bolzano ha segnato in rosso questa data in calendario: non si trattava di un prossimo big match da dover affrontare ma di una notizia sconvolgente per tutta la società che milita nella Serie D, girone C e non solo. E’ la data dell’incidente del giovane Kevin Kuka, centrocampista classe 2001 di origini albanesi, naturalizzato italiano, travolto da un Tir e in condizioni disperate da giorni. Purtroppo il ragazzo non ce l’ha fatta.

Kevin Kuka, dal tragico tamponamento alla lenta scomparsa

Il giovane Kevin si è spento a quasi tre mesi dal terribile schianto sull’A22 vicino ad Avio, quando era stato sbalzato dalla Golf su cui viaggiava con altri quattro giovani. Il tragico tamponamento era avvenuto intorno alle 6 del mattino, quando l’auto con a bordo Kuka si era scontrata con un camion. Le condizioni del 21enne, che viaggiava assieme ad altre 4 persone, erano apparse da subito gravissime. Per questo era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Santa Chiara di Trento. Dal 20 aprile il giovane calciatore della Virtus Bolzano ha lottato e sembrava che ce la potesse fare, ma a portarsi via Kevin è stata un’infezione che i sanitari non sono riusciti ad arginare.

Il cordoglio social della società, dello zio e di transfermarkt

La Virtus Bolzano ha prontamente diffuso il messaggio di cordoglio sui propri canali social: “Ovunque tu sia Grazie per tutto quello che ci hai dato. Tutta la comunità si è stretta nel dolore dei familiari.

Kevin ha perso la sua ultima partita, ha spiegato commosso lo zio Astrit Kuka: “Abbiamo sperato fino all’ultimo che ce la potesse fare anche perché c’erano stati segnali positivi, rispondeva con dei piccoli movimenti agli stimoli e alle nostre parole”.

Le reazioni social dei messaggi di cordoglio dei tifosi

Non mancano le reazioni social dei tifosi sotto alla pagina ufficiale della Virtus Bolzano e sui loro profili; scrive Robert: “Oggi è giorno di grande dolore e sofferenza per tutti noi. Grazie Kevin, mi piacevi tanto”; Alice “Porteremo nel cuore il ricordo più bello di te. Ciao Kevin, vola libero”; Giuseppe, arbitro di Kevin in alcune occasione, lo ricorda dai tempi della trafila che ha svolto con le giovanili: “Ti ricordo nella squadra juniores che, ogni qualvolta sono venuto in campo a dirigere la gara, mi hai sempre salutato con tanto, tantissimo rispetto. Un grande ragazzo. Riposa in pace Kevin Kuka”.
Susanna scrive: “Quando i ragazzi ci hanno avvisato al telefono ieri sera è stata una doccia fredda per tutti… Kuka ti chiamavano in campo …. E saranno quei momenti a giocare con te sul campo verde che si porteranno dietro. Un abbraccio forte ai tuoi genitori . Condoglianze da famiglia Naci”.
Il messaggio più lungo arriva da Gianni: “Ciao Kevin , non voglio ancora crederci , mi sembra impossibile non vederti passare più davanti al bar prima degli allenamenti e salutarmi sempre con un sorriso , mi mancherà non vederti al tuo solito posto la domenica al pranzo della squadra , mi mancherà non vederti bere una birra con i tuoi compagni dopo la partita , ma mi mancherai soprattutto tu Kevin , un ragazzo speciale .Un abbraccio ai tuoi genitori e a tutti i tuoi conoscenti . Ciao campione.”

Morto Kuka, 21enne del Bolzano investito 3 mesi fa da un Tir: compagni in lacrime Fonte: Facebook

Leggi anche:

Caricamento contenuti...