,,
Virgilio Sport SPORT

MotoGp, Valentino Rossi: l'offerta inattesa a Jorge Lorenzo

Il Dottore ha parlato dell'addio del grande rivale.

Jorge Lorenzo ha scosso il mondo della MotoGp annunciando l’addio alle corse all’età di 32 anni, dopo due anni deludenti alla Ducati e una stagione da incubo alla Honda. Uno dei suoi grandi rivali, Valentino Rossi, gli ha reso omaggio in conferenza stampa: “Jorge è stato uno dei più importanti piloti della MotoGP moderna, perdiamo una parte importante del nostro sport. E’ un grande campione, mi ha spesso impressionato per la velocità e per la concentrazione. Sin dal suo arrivo in MotoGP nel 2008 è stato fortissimo, più di 10 anni di carriera”.

“Siamo stati compagni di squadra per tanti anni e per me personalmente è stato un grandissimo rivale. Insieme abbiamo corso in gare che ricordo con affetto. Peccato che si ritiri, ma sta bene di testa e di fisico, quindi faccio a lui i migliori auguri. In particolare la nostra battaglia a Barcellona 2009 fu speciale, fu un weekend tirato e quando si lotta contro così resta un legame che va oltre l’essere avversari”, ha detto in conferenza stampa a Valencia.

Il numero 46 ha anche lanciato un’offerta inattesa al pilota maiorchino: “Lui test rider in Yamaha? Magari… Onestamente, se guidasse sulla M1 sarebbe forte, sarebbe un ottimo tester. Lo assumerei, anche se Lorenzo si fa pagare un sacco di soldi… Mi piacerebbe vederlo come tester perché sa molto e potrebbe aiutarci”.

Il Dottore ha inoltre liquidato le accuse dei maligni per non aver presenziato alla conferenza stampa d’addio: “Ho sentito di questa conferenza stampa delle 15, ma io avevo delle cose da fare. Poi ho visto alla TV che gli altri piloti c’erano quasi tutti. Non so se c’è stato un invito o qualcosa, ma io non sapevo niente. E’ per quello che non c’ero. Comunque avrò modo di vedere Jorge e di salutarlo a dovere”.

Sull’addio di Jorge si è espresso anche un suo grande amico, Max Biaggi: “Credo che abbiamo perso un pezzo di storia del motociclismo. Mi dispiace tantissimo per il suo ritiro, era una persona che poteva dare ancora molto a questo sport. Ha deciso di ritirarsi e prima viene la persona, è una decisione che ha voluto fortemente”.

“Sono dispiaciuto perchè mi piaceva vederlo in pista, aveva una guida chirurgica, senza di lui il motociclismo si impoverisce. Domenica sarà triste vederlo in pista per l’ultima volta. Non credo che tornerà, io dopo il ritiro avevo fatto due wild card, ma secondo me non tornerà sulle sue decisioni”.

SPORTAL.IT | 15-11-2019 15:25

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...