Virgilio Sport

Napoli-Atalanta, la moviola: Focus su rigore negato e lite Zapata-Spalletti

La prova del giovane arbitro comasco Colombo al Maradona analizzata ai raggi X

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

E’ stata una scelta sorprendente quella di Rocchi di mandare il giovane Andrea Colombo ancora al Napoli, dopo il precedente con il Sassuolo (2-0 per gli azzurri con due reti annullate ai partenopei) per una gara molto delicata. Si pensava ad un arbitro internazionale per una partita complessa come Napoli-Atalanta di ieri pomeriggio ma il designatore ha deciso di andare avanti per la sua strada, designando Colombo – che molti vedono come il Sozza del futuro – per una gara di prima fascia “bassa”. La cautela è stata mettere nel match di Fuorigrotta Doveri IV uomo (in vista probabilmente di Juve-Inter di domenica prossima).

Napoli-Atalanta, i precedenti di Colombo con le due squadre

Come detto Colombo aveva un solo precedente con il Napoli, la vittoria in questo campionato degli azzurri per 2-0 in casa del Sassuolo. Due i precedenti, entrambi in questa stagione, di Colombo con i corregionali dell’Atalanta: Atalanta-Cremonese 1-1 in campionato e Atalanta-Spezia 5-2 in Coppa Italia.

Napoli-Atalanta, Colombo ha fischiato 23 falli

Assistito da Berti e Colarossi, con IV uomo Doveri, Valeri al Var e Abisso all’Avar l’arbitro Colombo ha fischiato 23 falli, la maggioranza nella ripresa, e ha ammonito solo tre giocatori: 15′ p.t. Ruggeri (A), 18′ p.t. Osimhen (N), 30′ p.t. Scalvini (A).

Napoli-Atalanta, i casi da moviola

Pochi i casi discussi nella gara che ha consacrato una volta di più Kvaradona. Al 15′ Ruggeri ferma con un fallo Osimhen, la palla arriva a Politano ma Colombo fischia, senza concedere il vantaggio, e ammonisce il giocatore dell’Atalanta. Al 18′ Osimhen si lamenta per l’ammonizione ricevuta dopo un intervento su Ederson.

Napoli-Atalanta, faccia a faccia tra Spalletti e Zapata

A fine primo tempo siparietto tra l’allenatore del Napoli e Zapata. “Sempre a lamentarsi ora, non ha fatto niente”, ha detto Spalletti riferendosi al bomber atalantino che stava chiedendo un fallo all’arbitro. Il tecnico di Certaldo ha poi rincarato la dose: “Stai sempre per terra e ora ti lamenti?”. Al duplice fischio dell’arbitro Colombio di Como, Zapata ha provato a giustificarsi e Spalletti lo ha nuovamente strigliato. Alla fine, però, i due, dopo il botta e risposta, si sono riappacificati.

Nella ripresa corretto non assegnare il rigore invocato nel secondo tempo da Zielinski: Ederson, nell’occasione, respinge tenendo entrambe le braccia attaccate al corpo. Rischia qualcosa Rrahmani su Zapata, giusto invece non intervenire quando il pallone carambola sul braccio di Elmas, proprio nel contrasto con l’attaccante colombiano.

Napoli-Atalanta, Marelli pesca l’errore di Colombo

Poco lavoro per Luca Marelli alla moviola. L’esperto di Dazn si sofferma sulle prime due ammonizioni e dice: “Giusto il giallo per Ruggeri ma l’arbitro poteva, anzi doveva dare la regola del vantaggio. Niente da dire sull’ammonizione di Osimhen che interviene con la gamba alzata, giusto il giallo”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...