Virgilio Sport

Napoli, chi è e come gioca Dendoncker, il nuovo mediano preso dall’Aston Villa

Arriva uno dei due rinforzi annunciati da De Laurentiis dopo la finale persa di Supercoppa: le caratteristiche del mediano belga in cerca di riscatto

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

De Laurentiis lo aveva annunciato subito dopo la finale di Supercoppa persa con l’Inter: “Sono in arrivo due rinforzi”. Il primo è stato definito: si tratta del 28enne centrocampista belga Leander Dendoncker, ai margini nell’Aston Villa che sta lottando per la conquista della Premier League. Ecco chi è questo mediano che vanta più di 30 presenze con la casacca dei Diavoli Rossi.

Napoli, preso Dendoncker: caratteristiche e dove può giocare

Mediano di 188 centimetri, Dendoncker ha una caratteristica che lo rende molto versatile e particolarmente utile nel nuovo scacchiere tattico: può, infatti, giocare anche in difesa. Il ritorno al pacchetto arretrato a 3, dunque, consente a Mazzarri di poter disporre di un elemento in più lì dietro in caso di necessità. Nel nuovo modulo (3-4-2-1) potrebbe essere impiegato al fianco di Lobotka, in alternativa ad Anguissa e Cajuste.

In questa prima parte di stagione ha giocato poco nell’ambizioso Aston Villa di Unai Emery, che sogna addirittura la Premier League. Solo 119′ i minuti accumulati in campionato con una presenza dall’inizio (con tanto di gol) nel ko per 3-2 col Manchester United a fine dicembre. In totale – tra le varie competizioni – ha disputato 395′.

Chi è Dendoncker: la carriera, l’approdo in Premier e la nazionale

Classe 1995 di Passendale, è approdato nelle giovanili dell’Anderlecht quando aveva 14 anni. Nel 2013 l’esordio in prima squadra nel club con cui vince due volte sia il campionato belga che la Supercoppa di Belgio. Nell’agosto 2018 le sue prestazioni convincono il Wolverhampton a scommettere sul suo talento: arriva in prestito, convince, e a fine stagione il club inglese lo riscatta per 17 milioni di euro.

Quattro campionati con i Lupi, di cui è titolare fisso, prima della chiamata, nel 2022, dell’Aston Villa. Nella squadra di Birmingham, però, non sfonda. Chiude la prima annata con 20 presenze in Premier per poi finire ai margini in questa stagione, dove ha trovato poco spazio. Presenza fissa in tutte le selezioni giovanili del Belgio, con la nazionale maggiore ha collezionato 32 presenze, di cui l’ultima lo scorso giugno con l’Austria. Ha partecipato al Mondiale in Russia del 2018 e a quello in Qatar del 2022.

Dendoncker, Italia nel destino e la formula con cui è stato preso

Dendoncker ha già conosciuto l’Italia da ragazzino attraverso il torneo di Viareggio, quando – tra l’altro – sfidò proprio anche il Napoli. Ma in passato è stato accostato in più di una circostanza a diversi club di Serie A. Già, lo avevano infatti cercato Milan e Atalanta, quando, però, il prezzo del suo cartellino aveva costi inaccessibili per le squadre del Belpaese.

De Laurentiis ha approfittato dello scarso utilizzo del calciatore in questa stagione per assicurarselo a condizioni vantaggiose: Dendoncker approda in prestito sulle rive del Golfo con diritto di riscatto fissato a 10 milioni.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...