Virgilio Sport

Napoli, De Laurentiis ora elogia Spalletti: "Grazie a lui per Scudetto, ha avuto un merito fondamentale"

Pace fatta (forse) tra il presidente e l'allenatore del terzo Scudetto del Napoli: parole al miele dal numero uno del club azzurro nei confronti dell'attuale Ct dell'Italia.

06-12-2023 17:41

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il tempo delle punzecchiature, delle frecciatine e degli affondi dialettici (forse) è finito. Aurelio De Laurentiis adesso è prodigo di elogi nei confronti di Luciano Spalletti, il tecnico che dopo l’annuncio della nomina a Ct della Nazionale azzurra aveva minacciato di portare addirittura in tribunale per una clausola presente nel contratto col Napoli. Quisquilie. Tutto sembra rientrato, ora. De Laurentiis e Spalletti di nuovo sulla stessa barca. Letteralmente.

Napoli, De Laurentiis premiato: le parole sul tecnico

Il presidente e l’allenatore del terzo Scudetto del Napoli sono stati infatti premiati a bordo di una nave Msc ormeggiata nel porto partenopeo dalla Gazzetta dello Sport, in rappresentanza della “squadra dell’anno 2023”. Da De Laurentiis parole al miele nei confronti di Spalletti:

Ringrazio in primis Spalletti che è riuscito a modellare il gruppo di lavoro come pochi.

Diffuso era lo scetticismo relativamente alle scelte societarie: “Alla fine del primo anno di Spalletti al Napoli gli avevamo levato sei giocatori fondamentali e li abbiamo sostituiti. Chiaro che poteva esserci qualche dubbio, me lo dicevano i tifosi in estate, erano contro di me per aver cambiato i sei beniamini. Spalletti ha saputo coniugare il prima e il dopo, e far rendere al massimo i giocatori nuovi. Napoli vorrebbe vincere lo scudetto ogni anno, ma si vince già con l’essere napoletani”.

Spalletti e la gioia di vincere lo Scudetto in azzurro

Anche da Spalletti parole molto significative nei confronti della città e dei tifosi: “A Napoli è facilissimo vincere: quando si ha il supporto di una città come Napoli tutto diventa facile. Questa vittoria ha fatto esplodere la città di gioia. Quando vado in giro per Napoli e mi riconoscono sono io che li voglio abbracciare. Il mio rapporto coi calciatori? Non litigo mai con nessuno, gli altri litigano con me e poi accuso il colpo. Ma accetto chi vuole tornare a essere mio amico dopo avermi perso per un po’. L’amico più grande che ho nel calcio? Di Lorenzo. Europei? Sarà un’esperienza bellissima e ci andiamo con tutto l’entusiasmo. Chiamo in Nazionale solo chi ha voglia d’infilarsi la maglia dell’Italia”.

Luciano Spalletti cittadino di Napoli: la cerimonia

E intanto nella mattinata di giovedì 7 dicembre Luciano Spalletti diventerà napoletano a tutti gli effetti. Gli sarà infatti conferita la cittadinanza onoraria nel corso di una cerimonia organizzata dal Comune, che avrà inizio alle 10.30 nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino, uno dei luoghi simbolo della città. “Da domani sarò anch’io napoletano”, le parole di Spalletti. “Aspetto che il Napoli rivinca per avere notizia delle gioie dei tifosi e della città“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli
Inter - Atalanta
SERIE B:
Venezia - Cittadella
Pisa - Modena

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...