Virgilio Sport

Napoli-Verona vista dai social: furia contro Piccinini e Di Bello, basta al Mazzarri 2.0, salvate il soldato Kvara

I tifosi del Napoli vivono con ansia, preoccupazione e rabbia la gara del Maradona contro il Verona. Una vittoria che arriva solo nel finale grazie a una perla di Kvaratskhelia ma che non frena la rabbia contro Mazzarri e arbitraggio

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

I tifosi del Napoli al limite di una crisi di nervi. L’ennesima prova incolore contro il Verona al Maradona, una volta fortino azzurro, fa perdere le staffe al popolo partenopeo con il solo Kvaratskhelia a rendere dolce una giornata che stava diventando maledetta. Nel mirino dei social però finiscono anche le decisioni di Piccinini e Di Bello.

Napoli: la rabbia dei tifosi contro l’arbitraggio

Una prova incolore quella del Napoli contro il Verona, ancora una volta la squadra di Mazzarri ha fatto una fatica incredibile a trovare la via della porta e solo nel finale grazie alle giocate di Lindstrom, dell’ex Ngonge e di Kvaratskhelia è arrivata la vittoria.

Nel primo tempo però gli azzurri hanno anche l’opportunità di trovare la rete del vantaggio magari attraverso un calcio di rigore. L’intervento di Cabal ai danni di Kvaratskhelia fa discutere. Il georgiano entra in area di rigore, finta il cross e costringe il difensore avversario all’intervento in scivolata. Cabal colpisce prima il georgiano e poi il pallone con Piccinini che sceglie il calcio d’angolo, anche la revisione al Var di Di Bello non cambia la prima decisione.

Basta al Mazzarri 2.0

Quella contro il Verona sembrava essere l’ultima spiaggia per Walter Mazzarri. Arrivano i tre punti ma la prestazione èp be lontano dall’essere convincente. Il ritorno del tecnico toscano era stato accolto con un certo entusiasmo dai tifosi azzurri convinti che potesse servire da scossa e dare compattezza all’ambiente. Ma la verità si è rivelata molto diversa con Mazzarri che sulla panchina azzurra ha fatto molto peggio del suo predecessore Rudi Garcia e ora i tifosi partenopei chiedono un nuovo cambio per provare a raddrizzare una stagione che sembra maledetta.

Napoli-Verona vista dai tifosi azzurri

Delusi, tristi, rassegnati, rabbiosi e poi pazzio di gioia. I tifosi del Napoli vivono tutti i sentimenti nel corso del match contro il Verona. “Napoli inguardabile e senza idee – scrive Antonio – ma quello su Kvara è rigore, il difensore prende la palla solo dopo l’intervento a forbice. Come fa il Var Di Bello a non richiamarlo?”. E ancora: “Il Napoli gioca malissimo, ha una rosa non all’altezza del titolo e una dirigenza imbarazzante a come si fa non dai un rigore così nell’epoca VAR, è folle”.

E’ necessario un cambio di passo, ma per i tifosi azzurri non è Mazzarri l’allenatore giusto in grado di portare questo cambiamento. Le colpe principali però vengono attribuite soprattutto al presidente De Laurentiis: “Grazie a lui sarà dura pure salvarsi quest’anno. L’hai preparata proprio bene questa stagione, praticamente dallo scudetto alla B. Sarà qualcosa di epico”.

“Salvate il soldato Kvara”

Nel calderone delle critiche che sono arrivate sul Napoli 2023/2024 ci è finito anche Khvicha Kvaratskhelia, nonostante i numeri del georgiano stando agli esperti di statistiche siano anche migliori rispetto alla passata stagione. Il gol meraviglioso che regala la vittoria al Napoli però è una rivincita per il numero 77 e per i suoi tifosi: “Tutti zitti per il miglior calciatore della serie A”, urla Andrea. “Ho sempre creduto in te, dal giorno 0 sempre con te. Oggi mezza Twitter Calcio ha chiuso il telefono. Prima di parlare di Kvara fatevi un bagno di umiltà”. Ma c’è anche ci chiede un intervento: “Salviamo il soldato Kvara da questa mediocrità”.

Il riscatto di Lindstrom

Tra le note liete del pomeriggio napoletano c’è anche la prestazione di Lindstrom. Ieri il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, aveva tenuto banco in conferenza stampa parlando della sua posizione in capo da esterno destro. Oggi invece l’ex Eintracht entra ed è decisivo da trequartista: “Entra e cambia la partita – scrive Gianmarco – da trequartista. Si vede che a volte i numeri mentono”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...