Virgilio Sport

Nba, Antetokounmpo: “Perdere non significa fallire”

Vera e propria lezione in conferenza stampa da parte del leader dei Milwaukee Bucks, eliminati da prima testa di serie nei play off

Pubblicato:

Uscire ai play off da testa di serie numero 1 fa male e genera nervosismo. Questo è successo in casa Milwaukee Bucks, che hanno perso gara 4 e gara 5 della serie Nba e sono stati eliminati quando erano invece a un passo dalla vittoria. E dire che ci erano entrati da squadra con il miglior record dell’intero campionato. Il leader naturale della squadra, Giannis Antetokounmpo, si è sentito in dovere di metterci la faccia dopo l’eliminazione con una conferenza stampa destinata a passare alla storia.

Antetokounmpo: quel 10/23 dalla lunetta che fa discutere

Antetokounmpo è stato discusso nonostante abbia giocato con un infortunio alla schiena, la cui entità sarà nota tra qualche giorno. Ha segnato 38 punti, ha preso 20 rimbalzi e ha provato in tutti i modi a regalare ai Bucks la vittoria. Ma è stato carente dalla lunetta, a cronometro fermo, anche nel finale: 10 su 23. E questo ha fatto sì che venisse criticato e che avesse voglia di rispondere nella conferenza stampa del post-eliminazione. Una risposta particolarmente dura, ma che può valere come insegnamento anche per altri giocatori che si dovessero trovare in una situazione che sa di “fallimento”.

Antetokounmpo: la risposta che smuove le coscienze

Proprio la domanda del post partita su una stagione forse fallimentare ha caricato Antetokounmpo, che ha sbuffato e ha scosso la testa: “Mi hai fatto la stessa domanda lo scorso anno, Eric”, rivolto al giornalista di The Athletic. “Per caso tu ricevi una promozione ogni anno nel tuo lavoro? Non credo, quindi consideri il tuo lavoro un fallimento ogni volta che non accade? Direi di no. Ti impegni per ottenere altri risultati, per prenderti cura della tua famiglia, comprare una casa e tante altre cose. Non è un fallimento, ma è un passaggio necessario per provare a vincere”.

Antetokounmpo: “Jordan ha fallito quando non ha vinto?”

Prosegue l’assolo del giocatore dei Bucks: “Michael Jordan è stato 15 anni in Nba, ha vinto sei titoli: gli altri nove anni sono stati un fallimento per caso? Mi state davvero dicendo questo?”.

Antetokounmpo non ci sta: “Perché mi fate questa domanda? Dovete capire che nello sport non esiste la logica del fallimento. Ci sono i giorni buoni e quelli pessimi, a volte riesci a vincere e altre no. Ci sono momenti in cui capisci che è il turno e altre invece devi farti da parte: è la logica di base dello sport, non si può vincere sempre”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...