Virgilio Sport

Pagelle Cagliari-Juventus 2-2: Vlahovic e Yildiz salvano Allegri, Bremer flop, Luvumbo scatenato

Top e flop della partita Cagliari-Juventus, valevole per la 33° giornata di serie A 2023/2024: sotto di due reti i bianconeri evitano il ko con Vlahovic e l'autogol di Dossena.

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Un autogol evita il naufragio bianconero in Sardegna. Sotto di due reti, per i rigori trasformati da Gaetano e Mina, la Juventus acciuffa il Cagliari all’Unipol Domus grazie a una super punizione di Vlahovic e all’autorete di Dossena su cross di Yildiz. Allegri si salva per il rotto della cuffia, Ranieri mastica amaro per una vittoria sfumata in zona Cesarini. Male Bremer, Luvumbo incontenibile. Di seguito le pagelle della Juventus, top e flop del Cagliari e il tabellino del match.

Cagliari-Juventus, la chiave della partita

Ranieri col 3-4-1-2: c’è Gaetano sulla trequarti a innescare Luvumbo e Shomurodov. La principale novità nella Juventus è rappresentata dall’impiego di Alcaraz dal primo minuto. In attacco Chiesa al fianco di Vlahovic. Parte forte il Cagliari che nei primi 15 minuti crea ben tre occasioni. I sardi hanno un altro passo rispetto ai bianconeri, con Luvumbo che mette in crisi la retroguardia ospite con le sue sgasate. Il primo squillo Juve al 20′ con una conclusione di Weah intercettata da Scuffet.

Rivivi tutte le emozioni di Cagliari-Juventus

Poco dopo rigore per i sardi: colpo di testa di Dossena e braccio alto di Bremer, Piccinini viene richiamato al Var e assegna il penalty. Dagli undici metri Gaeatano non sbaglia. Al 34′ altro rigore per il Cagliari: Shomurodov verticalizza per Luvumbo che brucia Gatti; Szczesny in uscita travolge l’attaccante angolano e Piccinini non ha dubbi. Gaetano lascia la battuta a Mina che spiazza il portiere polacco, 2-0. Poco prima dell’intervallo Chiesa serve a Vlahovic l’assist per il 2-1, ma il figlio d’arte era in fuorigioco: gol annullato.

Nella ripresa Allegri getta nella mischia Yildiz – finalmente contemporaneamente con Chiesa – per il deludente Alcaraz. E al 61′ i bianconeri accorciano con un calcio di punizione da posizione defilata di Vlahovic. All’86’ arriva il pareggio della Juve: cross di Yildiz e autogol clamoroso di Dossena.

Juventus, che cosa ha funzionato

Bene Vlahovic, al sedicesimo sigillo in campionato con la specialità della casa: il calcio di punzione. Bisognava andare sotto di due reti per vedere insieme Chiesa e Yildiz: non a caso la Juve è andata due volte a bersaglio.

Juventus, che cosa non ha funzionato

Primo tempo da incubo, il peggiore dall’inizio della stagione. La squadra di Allegri è stata surclassata fisicamente e tatticamente dall’undici di Ranieri, che sin dalle prime battute ha mostrato di avere più voglia, più fame.

Le pagelle della Juventus

  • Szczesny 5,5: Con il terzetto difensivo in bambola è costretto a intervenire con le maniere dure per arginare lo straripante Luvumbo. Il risultato? Rigore e cartellino giallo.
  • Gatti 5: In versione Willy il Coyote quando Beep Beep Luvumbo gli sfreccia davanti prima di essere travolto da Szczesny.
  • Bremer 4,5: E non solo per il rigore causato per un braccio largo. Il brasiliano non ne indovina una.
  • Danilo 5,5: Partecipa al naufragio della retroguardia bianconera, anche se è il meno colpevole.
  • Weah 5: Perché ha giocato così poco? La risposta è stata fornita stasera. McKennie (6 dal 68′).
  • Alcaraz 5: L’argentino è ancora un pesce fuor d’acqua: fatica a trovare la sua dimensione in mezzo al campo. E infatti la sua partita dura in tempo. Yldiz (7 dal 46′: Alza il tasso qualitativa della Juve e pennella il cross che induce Dossena all’autorete).
  • Locatelli 5: Soffre tremendamente l’intensità del Cagliari. Milik (sv dal 74′).
  • Rabiot 6: Dopo 85′ da bell’addormentato nel bosco si riscatta andando a rubare un pallone a centrocampo e avviando l’azione del 2-2.
  • Cambiaso 6: Uno dei pochi a non perdere la bussola nel primo tempo da film horror all’Unipol Domus. Iling-Jr (sv dall’86’).
  • Vlahovic 7: Segna un gol in fuorigioco nel primo tempo. È regolarissima, invece, la super punizione con cui accorcia le distanze.
  • Chiesa 6: Dopo un’ora di gioco senza acuti, con un guizzo dei suoi guadagna la punizione da cui arriva il gol di Vlahovic.

Top e flop del Cagliari

  • Luvumbo 7,5: Indemoniato. Dà il tormento ai suoi avversario ogni volta che pigia il piede sull’acceleratore. Pazzesco lo scatto con cui brucia Gatti, costringendo Szczesny al fallo del secondo rigore.
  • Gaeatano 7: Ultimo dei rincalzi nel Napoli, determinante col Cagliari: spiazza Szczesny dal dischetto e sono quattro gol in otto partite con i rossoblù.
  • Shomurodov 6,5: L’ex Roma non segna ma fa segnare. Meravigliosa la verticalizzazione con cui innesca lo scatenato Luvumbo, abbattuto da Szczesny.
  • Mina 6,5: Primo sigillo in Serie A per l’esperto difensore colombiano, che dagli undici metri spiazza il numero uno polacco della Juve.
  • Sulemana 5,5: Il meno brillante dello sfavillante Cagliari disegnato da Sir Claudio.
  • Scuffet 5,5: Sbaglia il posizionamento della barriera sulla punizione di Vlahovic. E si lascia anche sorprendere dalla velenosa traiettoria di Vlahovic.
  • Dossena 5: Si procura il rigore con l’imperioso stacco di testa che porta al tocco di braccio di Bremer. Ma rovina la sua prestazione con lo sciagurato autogol del 2-2.

Il tabellino di Cagliari-Juventus

Cagliari (3-4-1-2): Scuffet, Hatzidiakos, Mina, Dossena; Nandez (79′ Zappa), Sulemana (46′ Prati), Makoumbou, Augello; Gaetano (69′ Deiola); Luvumbo, Shomurodov (79′ Viola). A disposizione: Radunovic, Aresti, Lapadula, Oristanio, Jankto, Wieteska, Obert, Kingstone, Azzi, Di Pardo. Allenatore: Claudio Ranieri

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Weah (68′ McKennie), Alcaraz (46′ Yildiz), Locatelli (74′ Milik), Rabiot, Cambiaso (86′ Iling-Jr); Vlahovic, Chiesa. A disposizione: Perin, Pinsoglio, De Sciglio, Kostic, Alex Sandro, Rugani, Djalo, Nicolussi Caviglia. Allenatore: Massimiliano Allegri

Arbitro: Marco Piccinini

Ammoniti: Luvumbo, Weah, Bremer, Nandez

Marcatori: 29′ Gaetano su rig., 36′ Mina su rig., 61′ Vlahovic, 87′ Dossena aut.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...