Virgilio Sport

Pagelle di Roma-Cagliari 4-0: Dybala e Pellegrini show, Angelino convince, Petagna da incubo

Top e flop della partita Roma-Cagliari, valevole per la 23° giornata di serie A 2023/2024: i giallorossi volano con Pellegrini e Dybala. Esordi a confronto: ok Angelino, male Mina.

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

La Roma (stra)vince e convince. Per De Rossi tre successi in altrettante partite: dopo Verona e Salernitana, i giallorossi asfaltano il Cagliari del grande ex Ranieri nel posticipo del lunedì valevole per la 23a giornata di Serie A. E, trascinati da Dybala e Pellegrini, lanciano un segnale veemente in chiave Champions. Di seguito le pagelle della Roma, top e flop del Cagliari e il tabellino del match dell’Olimpico.

Roma-Cagliari, la chiave della partita

Nel 4-3-3 di De Rossi trova subito spazio il nuovo acquisto Angelino. In attacco il tridente formato da Dybala, Lukaku ed El Shaarawy. Ranieri affida le chiavi della sua difesa a 3 all’ultimo arrivato Mina. Lì davanti il tandem Lapadula-Petagna. Dopo un solo minuto Roma già avanti: capitan Pellegrini, diventato un cecchino con l’avvento dell’era De Rossi, batte Scuffet sotto misura sugli sviluppi di un calcio d’angolo. All’8′ i giallorossi sfiorano anche il raddoppio con il palo di Cristante.

Rivivi tutte le emozioni di Roma-Cagliari

I padroni di casa divertono e convincono e, al 22′, raddoppiano con Dybala al termine di un’azione semplicemente straordinaria avviata propria da un velo della Joya. Nei minuti finali del primo tempo contatto Llorente-Lapadula in area: per Marcenaro è rigore. Ma, richiamato dal Var, cambia decisione perché in realtà è stato l’attaccante sardo a commettere fallo. A inizio ripresa Dybala cala il tris su penalty concesso per tocco di braccio di Petagna. E c’è gloria anche per Huijsen, appena entrato in campo e subito a bersaglio per il poker giallorosso. La Roma di De Rossi vola e si candida con prepotenza a lottare per un posto in Champions.

Roma, che cosa ha funzionato

L’avvio esplosivo è un netto cambio di rotta rispetto alla precedente gestione Mourinho, quando la Roma dava cenni di vita soltanto nei finali di partita. A proposito di Mou, per capitan Pellegrini terzo gol di fila con la gestione De Rossi. Pare che lo Special One sia rimasto deluso dall’atteggiamento dei suoi nell’ultimo periodo della sua gestione: beh, vedendo l’exploit di Pellegrini e il modo in cui gioca ora la Roma, il muso lungo di molti calciatori era più che giustificato.

Roma, che cosa non ha funzionato

Stasera la squadra di De Rossi non ha commesso errori: impossibile trovare difetti, pecche o sbavature dopo una prestazione del genere.

Le pagelle della Roma

  • Rui Patricio 6: Ottima la risposta su Lapadula nell’unico squillo dei primi 45 minuti del Cagliari.
  • Karsdorp 6: Dybala gli serve un cioccolatino, ma l’olandese non riesce a trovare la porta.
  • Mancini 6: Sbanda solo poco prima dell’intervallo, quando Lapadula lo salta e conclude ma senza trovare il gol.
  • Llorente 6: Il Var corregge un fallo da rigore che in realtà era fallo subito: frittata evitata e sufficienza ampiamente in cassaforte. Huijsen (6,5 dal 55′: entra e segna, meglio di così sarebbe stato impossibile).
  • Angelino 6,5: L’ex Lipsia si presenta nel migliore dei modi, prenotando un posto fisso sulla corsia mancina. Esce acciaccato. Kristensen (6 dal 58′).
  • Cristante 7: Fisico e inserimento: prende un palo ed è protagonista nell’azione del 2-0. Bove (6 dal 55′).
  • Paredes 6,5: Sua la spizzata che porta al gol di Pellegrini.
  • Pellegrini 7,5: Al capitano basta un minuto per timbrare il cartellino: e sono tre su tre con De Rossi in panchina. Poi l’assist per Dybala per completare il suo monday night perfetto. Visto, Mou?
  • Dybala 8: Avvia l’azione del raddoppio con un velo da fenomeno puro per poi finalizzarla. E all’Olimpico scatta il trenino: “Toda Joya, toda beleza…”. Completa la sua serata super col rigore che vale la doppietta e l’assist per Huijsen. Meritatissima la standing ovation. Baldanzi (6 dal 74′: De Rossi concede il debutto anche al gioiellino ex Empoli).
  • Lukaku 6,5: Una finta da urlo per favorire la conclusione di Dybala e un gol annullato in fuorigioco: Big Rom sta tornando.
  • El Shaarawy 6,5: Tanta corsa e qualità sulla sinistra: il Faraone c’è. Zalewski (6,5 dal 55: schierato più alto, semina il panico).

Top e flop del Cagliari

  • Nandez 6+: Il più in forma dei suoi. Nel primo tempo gioca ad alti livelli.
  • Lapadula 6: L’uomo mascherato (e non per Carnevale) ci prova sul finire del primo tempo. Ma anche Rui Patricio si trasforma in supereroe e si oppone.
  • Makoumbou 5: Costantemente redarguito da Ranieri, tutt’altro che soddisfatto della sua prestazione.
  • Obert 5: Mandato a farfalle dal velo di Dybala che poi va anche a chiudere l’azione. Non giocava da più di un mese e forse Ranieri avrebbe fatto meglio a rinviare di un turno il suo ritorno in campo.
  • Mina 5: “Credo che sarà Lukaku a doversi preoccupare di noi”: ha scelto di presentarsi così Mina, il calciatore. “Parole, parole, parole, parole” intonerebbe Mina, la cantante. Debutto da dimenticare.
  • Dossena 5: Allo sbando come tutto il pacchetto arretrato.
  • Petagna 4,5: Sfortunato nella deviazione che porta al gol di Pellegrini, causa anche il rigore (generoso) del 3-0. E non tira mai.

Il tabellino di Roma-Cagliari

Roma (4-3-3): Rui Patricio, Karsdorp, Mancini, Llorente (55’Huijsen), Angelino (58′ Kristensen); Cristante, Paredes, Pellegrini (55′ Bove); Dybala (74′ Baldanzi), Lukaku, El Shaarawy (55′ Zalewski). A disposizione: Boer, Svilar, Celik, Renato Sanches, Aouar, Pagano, Pisilli, Costa. Allenatore: Daniele De Rossi

Cagliari (3-5-2): Scuffet; Obert, Dossena (62′ Viola), Mina (67′ Wieteska); Zappa, Nandez (76′ Di Pardo), Prati (62′ Gaetano), Makoumbou, Azzi (62′ Luvumbo); Lapadula, Petagna. A disposizione: Radunovic, Aresti, Deiola, Hatzidiakos, Jankto, Augello, Pavoletti. Allenatore: Claudio Ranieri

Arbitro: Marcenaro

Ammoniti: Nandez, Paredes

Marcatori: 1′ Pellegrini, 22′ e 51′ Dybala, 59′ Huijsen

Insomma, il fantasma di Mourinho è ormai lontano. E a proposito di Mou: ecco un clamoroso retroscena sull’addio dello Special One.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...