Virgilio Sport

Pagelle Fiorentina-Genoa 1-1: follia Martinez Quarta, Gudmundsson glaciale, l'arbitro Di Marco protagonista

Top e flop della partita Fiorentina-Genoa, valevole per la 32° giornata di serie A 2023/2024: esordio complicato tra i big per Di Marco. Quarta da incubo, Ekuban e Bonaventura ok

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Fiorentina e Genoa si dividono la posta in palio nel primo posticipo del lunedì valevole per la 32a giornata di Serie A. Apre le danze Gudmundsson su rigore, a inizio ripresa il pareggio griffato Ikoné su assist capolavoro di Bonaventura. Protagonista dell’incontro l’esordiente arbitro Di Marco, che ha assegnato due penalty al Grifone, uno dei quali cancellato dopo essere stato richiamato dal Var, e annullato un gol a Belotti. Top e flop di Fiorentina-Genoa e il tabellino del match del Franchi nella nostra analisi.

Fiorentina-Genoa, la chiave della partita

Riposo per Nico Gonzalez: nel 4-2-3-1 di Italiano ci sono Ikoné, Beltran e Sottil a supporto di Belotti. L’ex di turno Gilardino risponde col 3-5-2: in attacco Gudmundsson ed Ekuban, Retegui parte dalla panchina. Nella prima parte della partita le occasioni più ghiotte capitano a Ekuban, che in una circostanza impegna Terracciano, salvo poi sbagliare un gol facile facile. Al 25′ Belotti trafigge Martinez, ma la rete della Fiorentina è annullata perché sull’imbucata di Beltran il Gallo è in fuorigioco. Al 39′ calcio di rigore per il Genoa: Martinez Quarta perde palla, Terracciano si esalta ancora su Messias, ma poi Parisi falcia Ekuban: Di Marco non ha dubbi. Dagli undici metri si presenta Gudmundsson che spiazza il numero uno viola.

Rivivi tutte le emozioni di Fiorentina-Genoa

A inizio ripreso la Fiorentina trova subito il gol del pareggio: assist meraviglioso di Bonaventura e colpo di testa vincente di Ikoné. Episodio controverso al 60′: contatto Kayode-Retegui, per Di Marco è rigore. Richiamato all’on field review, il fischietto cancella il penalty.

Top e flop della Fiorentina

  • Bonaventura 7: Cosa dire di Jack: una garanzia. Delizioso, geniale l’assist per Ikoné.
  • Ikoné 6,5: Primo tempo da non pervenuto. Poi, però, brucia Martin e insacca l’1-1. Finalmente uno squillo, da parte dell’ex Lione.
  • Terracciano 6,5: Bravissimo e reattivo nell’opporsi a una conclusione velenosa di Ekuban.
  • Belotti 5,5: Ritrova il gol due mesi dopo l’ultima volta. Ma è annullato per fuorigioco. La voglia c’è, non si discute, però al Gallo manca lo sprint degli anni d’oro del Toro.
  • Ranieri 5: Sbanda troppe volte lì dietro, sbagliando tempi e modi degli interventi. Anche in occasione del rigore è parso lento e disorientato.
  • Parisi 5: Falcia Ekuban per evitare che l’attaccante del Grifone calci a porta spalancata: un intervento alla disperata che, però, è rigore netto.
  • Martinez Quarta 4,5: Non dà mai la sicurezza al reparto: soffre troppo Ekuban e di fatto è il colpevole numero uno del rigore assegnato al Genoa per quello sciagurato retropassaggio senza senso con cui ha innescato Messias.

Top e flop del Genoa

  • Gudmundsson 7: Quando accelera sono dolori per la retroguardia gigliata. Da islandese doc è glaciale quando si presenta sul dischetto: e sono 13 in campionato.
  • Ekuban 6,5: Nel primo tempo è il giocatore più pericoloso del Genoa. Se in una circostanza è Terracciano a negargli la gioia del gol con una prodezza, subito dopo si divora un’occasione colossale mandando a lato di testa tutto solo. Il riscatto arriva col rigore conquistato grazie alla sua velocità.
  • Bani 6,5: Guida con decisione il pacchetto arretrato ligure. Con le buone e nel finale anche con le cattive.
  • Vasquez 6: Anche al Franchi prestazione positiva del messicano.
  • Retegui 6: Gilardino lo getta nella mischia dopo il pareggio di Ikoné e l’italo-argentino si procura un rigore poi cancellato dopo l’intervento del Var.
  • Thorsby 5,5: Chiamato a sostituire l’infortunato Messias, non ha un grande impatto sul match.
  • Martin 5: Prestazione molto positiva fino a quando non la rovina addormentandosi in marcatura su Ikoné.

La pagella dell’arbitro

Di Marco 5,5: All’esordio in Serie A annulla un gol a Belotti per fuorigioco (c’era anche un possibile fallo di Bonaventura su Bani) in seguito al consulto col Var. Solare il rigore al Genoa per fallo di Parisi su Ekuban. Dubbi, invece, per il penalty concesso ancora al Grifone per un contato Kayode-Retegui e poi cancellato dopo aver visionato le immagini al monitor. Come spiegato da Marelli su Dazn, in queste circostanze si tende a non cambiare la decisione di campo.

Il tabellino di Fiorentina-Genoa

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Quarta, Ranieri, Parisi; Bonaventura (84′ Milenkovic), Duncan (46′ Arthur); Ikoné, Beltran (55′ Kouamé), Sottil (55′ Nico Gonzalez); Belotti (55′ Mandragora). A disposizione: Martinelli, Christensen, Dodo, Biraghi, Faraoni, Lopez, Castrovilli, Infantino, Comuzzo, Barak. Allenatore: Vincenzo Italiano

Genoa (3-5-2): Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Sabelli (61′ Spence), Badelj (80′ Strootman), Frendrup, Messias (44′ Thorsby), Martin (61′ Haps); Gudmundsson, Ekuban (61′ Retegui). A disposizione: Leali, Sommariva, Vogliacco, Cittadini, Pittino, Bohinen, Papadopoulos, Ankeye. Allenatore: Alberto Gilardino

Arbitro: Davide Di Marco

Ammoniti: Spence, Ranieri, Bani

Marcatori: 42′ Gudmundsson su rig., 54′ Ikoné

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...