Virgilio Sport

Fiorentina, Commisso ufficializza erede Barone e lancia frecciate alle big

Il patron viola promuove Alessandro Ferrari, già responsabile della comunicazione viola, come direttore generale; mentre Pradé sarà direttore sportivo

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Ama spesso parlare al suo popolo attraverso lettere, video o comunicati: il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha scelto anche stavolta i canali social del club per ufficializzare le nuove nomine dirigenziali dopo la scomparsa di Joe Barone ma ne ha approfittato anche per lanciare frecciate velenose alle rivali di sempre nell’immediata vigilia del match odierno contro il Genoa al Franchi, dove peraltro non sarà presente.

Fiorentina, Ferrari prende il posto di Barone

A sostituire Joe Barone, colonna portante del club in questi anni, sarà Alessandro Ferrari, già responsabile della comunicazione viola, nelle vesti di direttore generale; mentre Daniele Pradé sarà direttore sportivo: le due nomine erano già state annunciate alcune settimane fa, pochi giorni dopo la scomparsa del direttore generale Joe Barone avvenuta il 19 marzo ma ora c’è l’ufficialità.

Da tempo Commisso attacca la Juve e le big

Non è una sorpresa neanche l’attacco finale alle big piene di debiti. Era solo il 23 febbraio scorso quando Commisso ribadiva la necessità di “trasparenza e regole uguali per tutti, ma quasi nulla è cambiato e ci troviamo a dover competere con club indebitati fino al collo che agiscono come se nulla fosse. Dopo il Covid e la questione Superlega, ad esempio ci sono società che stanno ricorrendo a continui aumenti di capitale con esposizioni debitorie ancora notevoli. Mi auspico che finalmente qualcosa possa cambiare perchè le società che rispettano ogni singola regola e non hanno un euro di debiti, non possono essere equiparate a quelle che riescono a sopravvivere solo per la mancata applicazione di norme precise”.

E l’elenco sarebbe lunghissimo in tal senso, come le accuse datate 2021: “non è possibile che ogni 6 mesi la Fiorentina porti soldi in Italia per rientrare nell’indice di liquidità, mentre altre squadre come Juventus e Inter non ci rientrano e non pagano stipendi. Non va bene, l’ho detto alle istituzioni. Dalle notizie che leggo dai giornali, ci sono problemi con l’indice di liquidità. Eppure so che dovrebbero esserci punti di penalizzazione o limitazioni… La Fiorentina paga tutto! Nel giro di due giorni si è sentito che la Juve ha 200 milioni di perdite, gli altri 150… Dobbiamo avere un campionato legittimato, trasparente, dove tutti sono trattati uguali”.

Il messaggio di Commisso

Nell’annunciare le due nuove nomine Commisso scrive: “Sono due persone che conosco da quando sono arrivato, che adesso avranno responsabilità maggiore, potranno contare sul mio appoggio totale e dovranno lavorare bene. Ci attendono traguardi importanti, davanti ci sono i calciatori ma dietro ci siamo tutti noi e tutti voi. Non sarà facile senza la persona che guidava tutto e tutti e che mi faceva sapere tutti i giorni come andavano le cose. Joe Barone rimarrà per me e la mia famiglia, e sono sicuro anche per tutti voi, una persona cara e indimenticabile e penso che tutto l’affetto che è stato dimostrato in questi giorni sia la prova di quanto tante persone gli volessero bene”.

L’intervento continua:Ora dobbiamo andare avanti, continuare a lavorare sodo e affrontare le sfide sportive e le situazioni aziendali che ci troviamo di fronte tutti i giorni. Ci attende un finale di stagione di nuovo molto importante e stimolante, si vince e si perde tutti insieme, i giocatori vanno in campo ma dietro di loro c’è il lavoro di ognuno di voi. Donne e uomini e settore giovanile hanno dei risultati prestigiosi da raggiungere, la Primavera ha già riportato qui la Coppa Italia. Abbiamo il Viola Park che funziona bene ma deve e dovrà funzionare ancora meglio, per i nostri tifosi e per i nostri partner. Abbiamo acquistato anche i nuovi parcheggi e, una volta ultimati, il costo totale per il Viola Park sarà quasi di 130 milioni e sarà il centro sportivo sicuramente più grande d’Italia e tra i più grandi d’Europa”.

La stoccata di Commisso alle rivali

Il veleno arriva nella coda: “Poi ci sono tanti altri temi aperti, lo stadio, la tramvia, i diritti televisivi, il decreto crescita, tante situazioni che porteremo avanti sempre con il nostro stile: trasparenti, diretti e senza fare promesse che non siamo certi di mantenere. Tutto deve essere fatto sempre con i costi sotto controllo e con progetti e budget sostenibili. Stiamo crescendo ma la differenza con altri club è ancora molto grande, dobbiamo proseguire e lavorare ancora di più, però posso dire che, a differenza di molti altri grandi Club, noi abbiamo e avremo sempre i conti in ordine e non abbiamo mai avuto e mai avremo problemi con la F.I.G.C. con la Lega e le Istituzioni Sportive Europee”.

Clicca qui per altre news sulla Viola

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...