,,
Virgilio Sport SPORT

Per Agresti la Juve deve vergognarsi e nascondere un dato

Intanto spunta un nuovo striscione contro Agnelli

Nel mare di miele sui possibili introiti per la qualificazione alle semifinali, sul volo del titolo in Borsa e sull’ottimismo per la gara con l’Ajax arrivano note negative e critiche. La prima da una parte della tifoseria. Neanche il momento felice, con lo scudetto alle porte e la speranza di andare avanti in coppa, frena la rabbia dei contestatori. Sui cancelli dello Stadium è infatti apparso uno striscione: “Cosa importa della bolgia quando fai il record di incassi”. Il tutto unito a diversi sacchi dell’immondizia riempiti di false banconote e decorate con il simbolo degli euro.

LA CRITICA – Non è il primo capitolo della lotta a distanza tra gli ultrà e Andrea Agnelli ma il tema del record d’incasso viene utilizzato anche da Stefano Agresti per criticare il club bianconero. Il giornalista del Corriere esprime su calciomercato.com il suo disappunto e motiva così il record: “Lo Stadium è sempre stracolmo, un po’ perché i tifosi juventini sono tantissimi, un po’ perché il periodo è d’oro, un po’ perché l’impianto è piccolo. Il numero di spettatori, insomma, è sempre quello: oltre non si può andare. E allora è evidente che, per stabilire un record d’incasso, c’è solo una strada: aumentare i prezzi dei biglietti, che sono già esorbitanti”.

QUANTO MI COSTA – Ma quanto costavano i biglietti per la gara con l’Ajax? Tanto. Soltanto al Camp Nou per Barcellona-Manchester United si paga un prezzo medio più alto in questi match del ritorno dei quarti di Champions League. A rivelarlo è uno studio di CupoNation, che ha analizzato i prezzi dei biglietti delle quattro partite in programma tra oggi e domani. Ciò che emerge è che a Torino per assistere dal vivo al match in curva è pari a 75 euro il prezzo minimo, per arrivare ai 225 della tribuna centrale. Prezzi più alti a Barcellona, dove il biglietto più economico costa 119 euro e quello più caro staziona sui 349 euro. Ed Agresti mette il dito nella piaga: “In un momento di euforia collettiva, questi numeri passano inosservati oppure vengono – come dicevamo – esposti come un trofeo. In realtà dovrebbero essere tenuti accuratamente nascosti, per pudore: ogni record d’incasso è in realtà un record di prezzi, quindi è uno schiaffo ai tifosi. E rappresenta una scelta chiara: allo stadio vogliamo solo un’élite (ricca) di bianconeri”.

SPORTEVAI | 16-04-2019 14:25

Per Agresti la Juve deve vergognarsi e nascondere un dato Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...