,,
Virgilio Sport SPORT

Perché si chiama Tucu, tutti pazzi per Correa: Lukaku è già un ricordo

Il nuovo idolo dei tifosi dell'Inter si è presentato con una doppietta a Verona, l'argentino si è già preso la Milano nerazzurra

28-08-2021 09:08

Sono bastati meno di 20 minuti a Correa per prendersi l’Inter e l’affetto dei tifosi. Due gol nel finale a Verona che hanno consentito ai nerazzurri di conquistare la seconda vittoria di fila e per l’ex Lazio è già trionfo. Era stato buon profeta Inzaghi prima della gara nel garantire per il giocatore (“so cosa potrà dare all’Inter”) ma forse neanche lui, che è stato il suo mentore, si aspettava un debutto simile. Già tramontate in un amen le ironie sul mercato condotto da Marotta: Dzeko e Correa più Lautaro danno l’idea di rendere più completo dello scorso anno l’attacco, anche senza Lukaku. E molto merito è proprio del “Tucu”.

Perché Correa si chiama “Tucu”

Lo chiamano tutti così, sin da bambino, ma perchè? Si deve alle sue origini, Correa è nato a Juan Bautista Alberdi, nella provincia argentina del Tucuman il 13 agosto 1994. E’ per la provenienza geografica che l’attaccante della Lazio sia stato soprannominato El Tucu. Amante del mate, la tipica bevanda sudamericana ricavata dall’infusione di varie erbe, l’ex Lazio è anche pieno di tatuaggi. Ne ha diversi sul corpo, soprattutto sul braccio sinistro dove sono posti due volti femminili e la Mano di fatima; sul petto ha una data in caratteri romani; infine, dietro ai polpacci ha due diversi disegni: una scritta sull’uno, un felino sull’altro.

I tifosi dell’Inter già pazzi di Correa

Fioccano commenti entusiastici sui social: “Dalla LuLa alla CoLa è solo un attimo!” o anche: “tecnica dribbling goals spettacolari .Lukaku è ormai un lontano ricordo. Nessun rimpianto” oppure: “Non so voi ma io Lukaku me lo sono già dimenticato. Conta solo l’entusiasmo di chi vuole davvero vincere con questa maglia” e poi: “Il Tucu è come l’ospite che si presenta con un mazzo di fiori e una bottiglia di vino per i padroni di casa. “Ha bussato coi piedi”, come dicono a Roma” e infine: “Mi piaci ah aaah Mi piaci ah aaah. Tucu Tucu Tucuuu. Tucu Tucu Tuuuucuuu”

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...