,,
Virgilio Sport SPORT

Pioli lancia la sfida al Genoa e ‘riaccoglie’ Mandzukic

Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, presenta la sfida con il Genoa: "Dobbiamo tornare alla vittoria a San Siro. Donnarumma? Il futuro è domani".

Obiettivo primario, ora che l’ Inter sembra essersene definitivamente andata: difendere il secondo posto dall’attacco di Juventus e Atalanta . Il Milan ci proverà contro il Genoa, che lo scorso anno ha espugnato San Siro e nel girone d’andata ha fermato i rossoneri sul 2-2.

Stefano Pioli , parlando nella consueta conferenza stampa di presentazione del match, ha spiegato come arriva la sua squadra a questo impegno.

“Il desidero che dobbiamo avere tutti e quello di vincere domani. Il Milan deve tornare alla vittoria a San Siro, visto che è da un po’ che non la ottiene. Dobbiamo sfornare una prestazione di qualità e con scelte precise. In casa, nell’ultimo quarto di campionato, siamo stati meno brillanti, dovremo essere più bravi”.

Il Milan dovrà rinunciare allo squalificato Ibrahimovic . Il tecnico del Milan ha spiegato cosa potranno dare in attacco Leao e Mandzukic.

“Mario sta bene e ne sono contento, anche se non ha ancora i 90’ nelle gambe. Ci piò dare presenza in attacco e si sa muovere molto bene. Leao invece è un giocatore che dà più profondità e che dà agli avversari meno punti di riferimento. Lui è uno che sa svariare molto bene”.

Pioli ha commentato la scelta di Mandzukic di rinunciare allo stipendio di marzo.

“Il fatto di non essere disponibile lo ha fatto soffrire moltissimo. Sapeva di non poter essere a disposizione e di non poter dare una mano. Lui è arrivato al Milan con grande entusiasmo ed il suo gesto conferma quelli che sono i sui valori. Ci può aiutare e ci aiuterà”.

La sfida con il Genoa può rappresentare una chance importante per Leao .

“Io sono convinto della sua crescita. Schiererò un ragazzo che rispetto alla scorsa stagione e molto migliorato anche per la volontà che mette dentro la partita. Queste gare rappresentato un esame per tutti, non sono per lui. Noi abbiamo un grande obbiettivo e se riusciremo a raggiungerlo ognuno avrà messo del suo. Siamo tutti sotto esame, ma ho visto una squadra che si è preparata bene”.

Il turno di campionato potrebbe, visto il calendario, risultare favorevole al Milan.

“Noi abbiamo una partita con il Genoa e stiamo pensando solo a quella. Dovremo farci trovare pronti contro un avversario che ha qualità. Siamo concentrati solo su questo”.

In questo periodo si sta parlando tanto del futuro di Donnarumma .

“Io parlo costantemente con i miei giocatori. Il nostro futuro è adesso, è la partita di domani. Lui sta bene e sa quanto è importante la prossima gara. L’abbiamo preparata bene, poi la società è attenta a tutte le altre situazioni. Maldini ha spiegato tutto, io vedo tutti concentrati. All’esterno forse di parla di altro, qui no”.

Anche quello di Mandzukic potrebbe essere un futuro tutto da scrivere.

“E’ forte ed ha valori importanti. Le ultime gare della stagione saranno importanti per tutti noi. Parliamo di un ragazzo che nel corso della sua carriera è sempre stato affidabile”.

Kessié è stato tra i migliori rossoneri in stagione.

“E’ diventato un giocatore completo. E’ attento e disponibile, è migliorato nella gestione del pallone e verticalizzazione di più. Ha raggiunto un livello molto alto, ma piò crescere ancora. Nella sua posizione ha poi pochi margini d’errore”.

Spesso le luci dei riflettori sono tutte puntate su Ibrahimovic.

“Ci siamo parlati e l’ho visto attento come sempre. Purtroppo contro il Genoa non ci sarà. Per noi non ci sono distrazioni, vogliamo continuare a lavorare e cedo la squadra molto determinata. Siamo solo a metà della salita, dobbiamo continuare a pedalare”.

Il tecnico rossonero si è soffermato sul Genoa .

“Ho allenato Badelj e so che è un giocatore cha ha qualità. Affronteremo una squadra completa che sa coprire tutte le zone del campo, che non fa grande possesso palla ma che verticalizza. Sono fisici e non saranno facili da superare. Scamacca? E’ un giocatore forte e di prospettiva”.

Il Milan spesso subisce reti nella prima parte dei secondi tempi.

“Abbiamo analizzato questo dato, dobbiamo essere più pronti dal punto di vista fisico e mentale. Bisogna avere grande attenzione per tutti i 95’”.

Presto i tifosi, anche se in numero molto ridotto, potranno tornare allo stadio.

“Non vediamo l’ora di rivederli, il calcio è passione. Anche con sole mille persone si sente la differenza”.

 

OMNISPORT | 17-04-2021 14:46

Pioli lancia la sfida al Genoa e ‘riaccoglie’ Mandzukic Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...