Virgilio Sport

Polemica Mondiale Mediaset-Rai, l'affondo di Berlusconi: "Non ha senso"

"La cifra che ha offerto la Rai è stata esagerata, sono scettico da cittadino"

Pubblicato:

L’amministratore delegato di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, a margine della conferenza stampa in cui ha fatto un bilancio molto positivo degli ascolti del Biscione, ha parlato anche del Mondiale di calcio in Qatar, innescando una polemica con i vertici Rai.

La rassegna iridata in Medio Oriente, al via dal 20 novembre e di cui la Rai ha i diritti, quattro anni fa era stata trasmessa da Mediaset.

Mondiale, Berlusconi: “L’offerta della Rai è stata esagerata”

“Per noi sarà un periodo tosto perché il Mondiale avrà una sua rilevanza – ha spiegato l’ad dell’azienda di Cologno Monzese -. Anche senza l’Italia avrà il suo seguito, tra l’altro in un periodo di ascolto più acceso. Noi avevamo fatto un’offerta, buttando il cuore oltre l’ostacolo, ma la cifra che ha offerto la Rai è stata davvero esagerata“.

Saxa Rubra si è aggiudicata la trasmissione della competizione per 200 milioni di euro: “In maniera un po’ egoistica devo dire che alla fine siamo contenti che l’abbia preso la Rai, meglio la Rai di qualunque altro competitor. Da cittadino però mi pongo una domanda: che senso ha per il servizio pubblico spendere 200 milioni di euro in diritti, tra tutto, tasse, eccetera, più costi di produzione? Qualcuno può pensare che le partite del Mondiale non sarebbero state visibili, in qualche modo, la maggior parte gratuitamente? Con la differenza che i soldi sarebbero stati spesi da aziende private e non da un’azienda pubblica che vive grazie al contributo di noi italiani“, è la frecciata di Berlusconi.

Berlusconi: “Calcio troppo caro per la tv generalista”

L’ad di Mediaset ha continuato parlando del futuro del calcio in tv: “L’equilibrio tra costi e ricavi è molto difficile da raggiungere, temo che in futuro, causa competizione dei vari Ott (le piattaforme di streaming ndr), rischi di diventare un prodotto troppo caro per la televisione generalista“.

“Questo è il mercato, non do consigli a nessuno, ma l’editoria nazionale dovrebbe essere tenuta in altissima considerazione, dovrebbe lavorare alla pari con i mostri del web, big tech, Ott, che occupano pochissimo e in Europa hanno un livello di tasse ben più vantaggioso delle aziende italiane”.

Pier Silvio Berlusconi: “Ora tifo il Monza”

Dopo essersi concesso una veloce battuta sulla squadra di A per cui tifa (“Milan o Monza? Sto con il Monza per affetto paterno”), Berlusconi ha poi fatto un bilancio sugli ascolti di Champions sulle reti Mediaset: “Siamo soddisfatti, funzionano alla grande. Siamo tv commerciale, il nostro lavoro è quello di vendere la pubblicità e il calcio tocca un target davvero importante”.

Polemica Mondiale Mediaset-Rai, l'affondo di Berlusconi: "Non ha senso" Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...