Virgilio Sport

PSG-Milan Donnarumma mette da parte l’emozione, per Luis Enrique è già decisiva

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Il Milan si prepara ad una gara fondamentale per il suo futuro in Champions League. Domani sera la squadra di Stefano Pioli affronta il PSG in un match che potrà dire già moltissimo in chiave qualificazione. E di fronte i rossoneri si ritroveranno anche Gigio Donnarumma ad aumentare ancora di più di significato questo match.

Donnarumma: “Dispiaciuto per le critiche ma guardo avanti”

Per Gigio Donnarumma sarà una gara speciale, nel corso della conferenza prepartita, il portiere italiano prova a nasconderlo ma è evidente il suo stato d’animo nell’affrontare il Milan.

E’ una partita molto emozionante, ritrovare il Milan è un’emozione speciale ma dobbiamo lasciare queste emozioni fuori e concentrarci sulla partita. Qui sto molto bene, sono stato otto anni benissimo a Milano e ringrazierò per sempre il club per quello che mio ha dato.

Mi dispiace per quello che è successo con i tifosi, al Milan ho sempre dato tutto. E’ normale che siano arrivate delle critiche e mi dispiacciono. Ma adesso non c’è tempo di pensare a questo. Io devo rimanere concentrato sulla partita.

Milan, il retroscena dell’addio di Donnarumma

“Non solo i singoli”, l’avvertimento di Donnarumma

Emozioni da parte per il numero uno del Psg che deve pensare ad una partita che si preannuncia di vitale importanza per il cammino europeo del club francese.

E’ un match molto complicato, la loro forza, oltre ai singoli, è il gruppo. Conosco bene mister Pioli che prepara i match molto bene, ma anche noi l’abbiamo preparata e siamo pronti per questa grande sfida. Non credo che ci sia una favorita.

Maignan? E’ un grande portiere, titolare del Milan e della nazionale francese. Ho un grande rispetto per lui e gli faccio un in bocca al lupo per il futuro.

Luis Enrique: “E’ come uno spareggio”

La gara tra il PSG e il Milan potrebbe cambiare volto e futuro di quello che è stato definito come il girone della morte e lo sa bene anche Luis Enrique.

Il Milan è un grande club e hanno sempre avuto l’aspirazione di vincere le grandi competizioni. Penso che sia una squadra che ha un grande allenatore e se questo gruppo è stato definito il girone della morte è proprio per il valore di queste squadre.

Ogni partita in questo girone è una gara decisiva, abbiamo due partite contro il Milan quindi è un po’ come uno spareggio. Ma ognuno delle partite è vitali e determinerà l’eventuale passaggio del turno. Noi però dobbiamo pensare una partita alla volta.

La classifica della fase a gironi della Champions League

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...