Virgilio Sport

Record del Mondo nei 200 metri: Usain Bolt e Florence Griffith-Joyner

Chi sono i grandi protagonisti - maschili e femminili - che hanno scritto la storia dei 200 metri piani di velocità nell'atletica leggera? Tutta la storia e le date dei primati mondiali

03-02-2023 09:14

Record del Mondo nei 200 metri: Usain Bolt e Florence Griffith-Joyner

Quella dei 200 metri piani è una competizione dell’atletica leggera che può essere accomunata all’antica gara dello Stadio delle Olimpiadi dell’antica Grecia, in cui venivano percorsi 192 metri. Considerata come gara di velocità, è presente nel programma olimpico maschile dal 1900, coi Giochi di Parigi, e in quello femminile dal 1948, coi Giochi di Londra.

Le caratteristiche della disciplina

Come le altre gare di velocità dell’atletica leggera, si corre su pista e si svolge all’aperto: i primi 120 metri vengono fatti in curva, mentre gli ultimi 80 su un rettilineo. Prima della partenza, a ogni corridore viene assegnata una corsia e da essa non potrà uscire. Si parte da appositi blocchi di partenza inclinati, in modo che gli atleti possano avere una migliore accelerazione al momento del classico sparo. Gli atleti non partono allineati: quelli nelle corsie interne, per compensare il minor raggio di curvatura, sono posizionati apparentemente più indietro.

La gara può essere svolta anche indoor, ma comporta notevoli svantaggio in termini di prevedibilità. In questo caso, gli atleti devono compiere un intero giro di pista, a volte con inclinazione trasversale per compensare il ridotto raggio di curvatura. Nonostante questo, però, i corridori posti nelle corsie centrali sono comunque più avvantaggiati, data l’elevata velocità della gara. Per questo motivo, l’ultimo titolo mondiale indoor della categoria è stato assegnato nel 2004.

Fonte:

Usain Bolt detiene il doppio record dei 100 m e dei 200 m piani di velocità

Due leggende: Pietro Mennea e Usain Bolt

L’attuale record del mondo appartiene a Usain Bolt, che lo ha stabilito ai Mondiali di Berlino il 20 agosto 2009. In quell’occasione, il campione giamaicano ha fermato il cronometro a 19 secondi e 19 centesimi, migliorando il precedente primato, appartenente proprio a lui, di ben 11 secondi. Il record maschile più longevo appartiene a un atleta italiano, il mito Pietro Mennea. “La Freccia del Sud”, che aveva percorso la distanza in 19 secondi e 72 centesimi alle Universiadi di Città del Messico, ha detenuto il primato per ben 17 anni. Nel ’96, infatti, Michael Johnson lo migliorò fermando il tempo a 19 secondi e 66. Quello di Mennea, comunque, rimane l’attuale record europeo.

Fonte:

Appartiene a Pietro Mennea il record europeo dei 200 metri piani di velocità

Florence Griffith-Joyner la donna più veloce di sempre

Per quanto riguarda il panorama sportivo femminile, il record del mondo appartiene alla statunitense Florence Griffith-Joyner: alle Olimpiadi di Seoul del 1988, corse la distanza in 21 secondi e 34 centesimi. “Flo-Jo”, com’era soprannominata, ottenne incredibili risultati sportivi ma non riuscì mai a scrollarsi di dosso le voci su un presunto doping tramite steroidi anabolizzanti. Voci alimentate, poi, dall’improvvisa morte, causata da una crisi epilettica, a soli 38 anni. Tra le atlete ancora in vita, il cronometro migliore appartiene a Elaine Thompson-Herah: a Tokyo 2020 ha corso i 200 metri in 21 secondi e 53 centesimi.

Fonte:

Florence Griffith-Joyner, un mito al femminile: resta lei la donna più veloce di sempre

Andy Stanfield è il primo uomo da record

Nonostante la gara venga corsa dal ‘900, la Federazione Internazionale Atletica Leggera tiene un archivio dei record solo dal 1951. Il primo a figurare in questo particolare elenco è lo statunitense Andy Stanfield, che ha fermato il tempo a 20 secondi e 6 decimi il 26 maggio di quell’anno. Al tempo, però, la misurazione era fatta ancora a mano. Le cose cambiano dal 1968, quando viene introdotto il cronometro elettronico. Il primo a stabilire un record dopo questa innovazione è Tommie Smith: a Città del Messico, il 16 ottobre, taglia il traguardo in 19 secondi e 83 centesimi.

La gara più veloce dell’atletica leggera

Storicamente, la gara dei 200 metri piani è quella che ha presentato le maggiori velocità da parte dei corridori, rispetto a quella espressa nei 100 metri. Il record di Tommie Smith fu compiuto con una velocità media di 36,31 km/h. Pietro Mennea, nel 1979, aumentò ulteriormente questo aspetto, stabilendo il record con una velocità media di 36,51 km/h. La stessa velocità fu raggiunta da Michael Johnson nel ’96. Stranamente, invece, i record stabiliti da Usain Bolt sono in leggera controtendenza: 37,57 km/h per il suo 9 e 58 nei 100 metri e 37,52 per il 19 e 19 nei 200.

Il primato indoor maschile resiste dal 1996

Per quanto riguarda la versione indoor della gara, il record è in piedi da ben 26 anni. Attualmente appartiene al namibiano Frank Fredericks, che lo ha stabilito il 18 febbraio 1996 con 19 secondi e 92 centesimi, migliorando quello firmato dall’inglese Linford Christie un anno prima, il 19 febbraio 1995, di 20 secondi e 25. Il primo in assoluto fu fissato dal francese Bruno Marie-Rose il 22 febbraio 1987, bloccando il cronometro a 20 secondi e 36 centesimi.

Il primato femminile è datato 1991

Per trovare l’attuale record del mondo femminile indoor nei 200 metri piani occorre andare ancora più indietro nel tempo, fino al 13 febbraio 1993. In quella data, la giamaicana Merlene Ottey bloccò il cronometro a 21 secondi e 87 centesimi, migliorando i suoi due precedenti record, entrambi di 22 secondi e 24 centesimi stabiliti a marzo del 1991, il 3 e il 10. La prima a stabilire tale primato fu la tedesca Heike Drechsler, il 7 marzo 1987, con un tempo di 22 secondi e 27.

Tutti i detentori del primato maschile

RECORD DEL MONDO 200 METRI SENZA CRONOMETRAGGIO ELETTRONICO

26 maggio 1951, Andy Stanfield – 20″6
23 giugno 1956, Thane Baker – 20″6
27 novembre 1956, Bobby Joe Morrow – 20″6
1 ottobre 1958, Manfred Germar – 20″6
23 aprile 1960, Ray Norton – 20″6
28 maggio 1960, Peter Radford – 20″5
2 luglio 1960, Stone Johnson – 20″5
3 settembre 1960, Livio Berruti – 20″5
23 giugno 1962, Paul Drayton – 20″5
4 aprile 1964, Henry Carr, 20″2
7 giugno 1975, 19″8

RECORD DEL MONDO 2000 METRI CON CRONOMETRAGGIO ELETTRONICO

16 ottobre 1969, Tommie Smith – 19″83
12 settembre 1979, Pietro Mennea – 19″72
1 agosto 1996, Michael Johnson – 19″32
20 agosto 2009, Usain Bolt – 19″19

RECORD DEL MONDO 200 METRI INDOOR

22 febbraio 1987, Bruno Marie-Rose – 20″36
19 febbraio 1995, Linford Christie – 20″25
18 febbraio 1996, Frank Fredericks – 19″92

Tutte le detentrici del primato femminile

RECORD DEL MONDO 200 METRI SENZA CRONOMETRAGGIO ELETTRONICO

20 agosto 1922, Alice Cast – 27″8
23 novembre 1922, Mary Lines – 26″8
12 giugno 1927, Eileen Edwards – 25″4
13 agosto 1933, Tollien Schuurman – 24″6
4 agosto 1935, Stanislawa Walasiewicz – 23″6
25 luglio 1952, Marjorie Jackson – 23″4
7 marzo 1960, Betty Cuthbert – 23″2
9 luglio 1960, Wilma Rudolph – 22″9
22 febbraio 1964, Margaret Burvill – 22″9
18 ottobre 1968, Irena Szewinska – 22″5
12 luglio 1970, Chi Cheng – 22″4
21 luglio 1973, Renate Stecher – 22″1
13 giugno 1974, Irena Szewinska – 22″1

RECORD DEL MONDO 200 METRI CON CRONOMETRAGGIO ELETTRONICO

13 giugno 1974, Irena Szewinska – 22″21
21 luglio 1984, Marita Koch – 21″71
29 agosto 1986, Heike Drechsler – 21″71
29 settembre 1988, Florenc Griffith-Joyner – 21″34

RECORD DEL MONDO 200 METRI INDOOR

7 marzo 1987, Heike Drechsler – 22″27
13 febbraio 1993, Marlene Ottey – 21″87

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Torino - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...