Virgilio Sport

Ringo mette il Milan in musica: "Gattuso come i Ramones”

I paragoni musicali del dj, tifoso sfegatato dei rossoneri 

Pubblicato:

Ringo mette il Milan in musica: "Gattuso come i Ramones”

Gattuso è punk, Maldini classic rock, mentre per Piatek serve la colonna sonora di un film… La pensa così Dj Ringo, esperto musicale e conduttore radiofonico, nonché sfegatato tifoso rossonero, che su Leggo s’è divertito a paragonare i protagonisti della nuova era milanista ad alcuni dei musicisti più famosi di sempre. Il primo personaggio su cui si concentra Ringo è Rino Gattuso, cuore e anima del nuovo Milan, nonché allenatore capace. “È puro stile Ramones, un allenatore punk – spiega il dj citando il celebre gruppo degli anni ’70 -. Lui urla, soffre, vive la partita da uomo vero, viscerale. Non vorrei essere al posto dei giocatori, prendono di quei sberloni a fine partita…”. Ma in casa Milan c’è anche spazio per qualcosa di più sofisticato, specialmente tra gli uomini della dirigenza. Paolo Maldini, ad esempio, “è come i Dire Straits, chitarra fina”. Mentre l’intelligenza di Leonardo merita un paragone con una delle band più geniali e innovativa di sempre: “i Pink Floyd”. 

MORRICONE PER PIATEK. Ringo passa poi ai giocatori, partendo dalla sensazione del momento, Krysztof Piatek. Uno per il quale vale la pena oltrepassare i confini del rock. “Per lui tutte le colonne sonore di Ennio Morricone che hanno a che fare con i film western di Clint Eastwood, lui è un duro, è un pistolero. Quando tira su il poncho e tira fuori il revolver: pum pum pum, il portiere è spacciato…”. Il Ringo tifoso vede in Piatek un paio di altri bomber del passato rossonero: no, non si tratta di Shevchenko. “Vedere Sheva è troppo facile. Io ci rivedo grandi giocatori del passato. Ha i colpi di Virdis, gli stessi movimenti in area e e poi di testa è bravo come lui. E c’è anche la combattività di Pierino Prati”. Per parlare di Romagnoli, leader della difesa, Ringo torna invece al suo genere preferito. “Lui è come i Red Hot Chili Peppers, energia pura”. 

DELUSIONE GONZALO. Chi di energia in rossonero ne ha avuta poca, invece, è stato Gonzalo Higuain. “La cosa peggiore che ci potesse capitare. Nel calcio, come nella vita, ci vuole coraggio. Coraggio di arrivare in fondo e non arrendersi alla prima difficoltà visto che il Milan lo pagava fior di milioni e invece si è tirato indietro. Si è comportato come Bonucci. Grazie alla capacità di Leo e Paolo (Maldini, ndr) che hanno saputo rimediare con due grandi acquisti. Non voglio pensare cosa sarebbe successo con Fassone e Mirabelli. Probabilmente saremmo finiti all’inferno”.  

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...