Virgilio Sport

Roland Garros, Sinner cede al 5° con Alcaraz. Bertolucci: “Colpa dell’anca”, ma per il futuro cresce l’ottimismo

Secondo Berolucci l'infortunio all'anca subito prima del Roland Garros sarebbe la ragione della sconfitta di Sinner contro Alcaraz dopo quattro ore di match, ma Jannik può guardare al futuro con rinnovato ottimismo

Pubblicato:

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Termina in semifinale il comunque molto positivo Roland Garros di Jannik Sinner, che contro il rivale Carlos Alcaraz ha perso al termine di una maratona di cinque set e oltre quattro ore di gioco. Secondo l’ex tennista e commentatore Sky, Paolo Bertolucci, proprio la durata dell’incontro, insieme alla grande intensità messa in campo dai due giovani fenomeni della racchetta, potrebbe essere stata la ragione della sconfitta dell’altoatesino visto l’infortunio all’anca che ha costretto il prossimo n°1 ATP a due settimane di stop completo.

Sinner perde al 5° set contro Alcaraz

Visti i precedenti era difficile non aspettarsi un match estremamente combattuto tra Sinner e Alcaraz e così è stato, con i due tennisti che si sono dati battaglia per cinque set e 4h e 9’ di partita che a tratti hanno visto prevalere uno e a tratti l’altro, come avviene sempre nei match più avvincenti. Alla fine a trionfare è stato un Carlitos con maggiori energie fisiche in confronto a Jannik, che ha pagato caro quel break subìto nel quarto set sul 5-4 per lo spagnolo quando si trovava avanti per 30-0 e che ha allungato il match al quinto.

Bertolucci: “Colpa dell’infortunio all’anca”

Secondo il noto commentatore ed ex tennista azzurro, Paolo Bertolucci, le motivazioni della sconfitta di Sinner – che si potrà comunque consolare con la sicurezza di essere il nuovo n°1 ATP da lunedì 10 giugno – contro Alcaraz sarebbero da ricondurre all’infortunio che aveva obbligato Jannik a ritirarsi dal Masters 1000 di Madrid e a saltare gli Internazionali BNL d’Italia. Il problema all’anca ha infatti obbligato l’altoatesino a due settimane di stop completo che gli hanno fatto perdere massa muscolare e di conseguenza anche freschezza fisica, aspetti che, quando vieni spinto al quinto set di una partita così intensa come quella a cui ti obbliga un giocatore talentoso come Carlitos, diventano fondamentali.

Alcaraz e Sinner, la differenza tra i loro infortuni

Anche Alcaraz aveva sofferto un infortunio al braccio destro che lo aveva portato a disputare solamente quattro partite al Masters 1000 di Madrid saltando tutti gli altri tornei della stagione su terra rossa, ma trattandosi di un problema agli arti superiori Carlitos ha comunque potuto continuare ad allenarsi, contrariamente a Sinner, che invece è stato impossibilitato – anche da un virus – a fare una preparazione consona per un torneo fisicamente impegnativo come quelli dello slam, il tutto tenendo anche in considerazione come Jannik abbia da sempre difficoltà a mettere su massa e – purtroppo – molta facilità a perderla.

Sinner, si guarda al futuro con maggiore ottimismo dopo questo Roland Garros

Il lato positivo? Sinner ha comunque tenuto testa ad Alcaraz anche nel quinto set e – nonostante la quasi assente preparazione – si è spinto in semifinale al Roland Garros, lo slam che nelle ultime stagioni gli aveva regalato meno soddisfazioni e tutto ciò non può che far ben sperare in vista di Wimbledon e Olimpiadi di Parigi – che si giocheranno proprio sui campi del French Open – quando la forma fisica tornerà a essere (si spera) quella eccellente di inizio stagione.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...