Virgilio Sport

Roma-Napoli, scintille Irrati-Karsdorp e l’Olimpico rischia dopo cori su Vesuvio

Finale incandescente dopo il fischio tra Roma e Napoli, Karsdorp a muso duro contro l’arbitro Irrati e dopo i cori discriminatori la Curva giallorossa dell’Olimpico rischia la chiusura

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Roma-Napoli è stata una gara tiratissima, forse non spettacolare ma dai grandi contenuti emotivi. I giallorossi hanno tenuto a bada il Napoli di Spalletti per 80 minuti prima che Victor Osimhen trovasse il gol che è valso i tre punti ed ha condannato i giallorossi ad una sconfitta che Mourinho e i suoi considerano immeritata per lo svolgimento del match.

Roma-Napoli: Karsdorp-Irrati, scintille al fischio finale

Uno degli episodi che denotano la voglia della Roma e la delusione dei suoi giocatori arriva al fischio finale. Karsdorp si avvicina al direttore di gara Irrati per chiedere spiegazioni. Il fischietto italiano gli va incontro, forse anche con un po’ di irruenza, e finisce per dargli un pestone. Le immagini del dopo partita non sono chiarissime, si vede la reazione decisamente nervosa del giocatore della Roma che poi indica il ginocchio avvolto dalla borsa del ghiaccio come ad indicare che l’arbitro lo ha urtato o appunto rischiava di fargli del male.

Alla fine dei giochi resta però la spinta dell’esterno giallorosso nei confronti del direttore di gara, una scena brutta ma che potrebbe essere giustificata. Per questo motivo dall’ambiente romanista arriva la notizia che Irrati abbia capito la dinamica dell’incidente e potrebbe non prendere provvedimenti nei suoi confronti. Cartellino rosso invece per il preparatore atletico della Roma, Rapetti, che aveva anche litigato con la panchina avversaria ed in particolare con Ostigard.

Roma-Napoli: i cori discriminatori, curva giallorossa a rischio per il derby

Ad incendiare gli animi, già prima dell’inizio della partita, arrivano quelli che sono ormai i consueti cori discriminatori nei confronti di Napoli e dei tifosi azzurri. La denuncia arriva da Il Mattino che scrive: “I cori sono partiti già un’ora prima della partita e si sono sentiti più forti al momento del riscaldamento della squadra azzurra. Poi sono aumentati nel corso del match. La curva giallorossa era diffidata ed ora rischia la chiusura per la prossima sfida casalinga, il derby contro la Lazio”.

Roma-Napoli: cori e accuse reciproche

Sui social già prima dell’inizio del match tra Roma e Napoli la tensione era palpabile. E nonostante qualche messaggio che prova a riportare la rivalità tra le due squadre su climi più civili, cominciano le accuse tra le due tifoserie. I tifosi partenopei lamentano i soliti cori inneggianti al Vesuvio, mentre quelli della Roma denunciano che anche da parte dei circa 1000 tifosi azzurri (la trasferta era vietata ai residenti in Campania) sarebbero arrivati insulti verso la Roma e i suoi tifosi.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...