,,
Virgilio Sport SPORT

Ronaldo, l'ammissione fa discutere: Juve costretta a venderlo

Dibattito aspro e feroce sui social dopo la pubblicazione di un editoriale sul sito Il Bianconero sulla necessità di disfarsi dell'asso portoghese.

Sta facendo molto discutere (e ha gettato nell’ansia molti tifosi della Vecchia Signora) un articolo-editoriale su Il Bianconero firmato da Gianluca Minchiotti. Il titolo è emblematico: “La Juve è costretta a vendere Ronaldo“. Ed è un pezzo che ha scatenato subito discussioni e aspri dibattiti.

Ronaldo alla Juve nel momento sbagliato

Minchiotti scrive che “l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus nell’estate del 2018 è stato un colpo enorme, per il fatturato bianconero e per l’impatto mediatico. Peccato solo che dal punto di vista tecnico il cinque volte Pallone d’Oro sia stato inserito in una squadra a fine ciclo, con un mutamento generazionale in corso e con tre allenatori cambiati in tre stagioni. Altro impatto avrebbe avuto un Ronaldo all’interno della Juve di Berlino o di Cardiff“. E il giornalista giunge a un’amara constatazione: “Dal punto di vista dei soldi però non c’è alcun dubbio che questa debba essere l’ultima annata del portoghese a Torino: analizzando oggettivamente la situazione, non ci sono davvero alternative”.

Ronaldo: nessuna alternativa alla cessione

L’editoriale prosegue: “La crisi economica del calcio, italiano in particolare, è drammatica. Nei giorni e nelle settimane scorse Andrea Agnelli, sia in qualità di presidente della Juventus che come numero uno dell’Eca, ha sottolineato le difficoltà del momento storico del mondo del pallone, fortemente condizionato dal Covid (oltre che dalla gestione scriteriata degli ultimi anni per molti club). Ora, non c’è dubbio che un ingaggio da 30 milioni a stagione, già pesantissimo da sostenere in tempi normali, nell’epoca della pandemia sia quasi impossibile da portare avanti a lungo”. Insomma, “un’eventuale offerta (da 50 milioni?) da parte del Psg o di chi per esso sarebbe oro colato in questo periodo per le casse della Juve, che in un solo istante si libererebbe di un ingaggio monstre e incasserebbe anche denaro fresco”.

Juve: chi al posto del fenomeno portoghese?

Ovviamente poi bisognerebbe sostituire CR7 con qualche altro fenomeno: ma chi? Minchiotti ha un’idea: “Risparmiando 30 milioni di euro per la stagione 2021-22 e incassandone una cinquantina dalla cessione di CR7, la Juve forse in estate un fuoriclasse che guadagni anche ‘solo’ una decina di milioni a stagione potrebbe permetterselo”.

Cessione Ronaldo, le reazioni dei tifosi Juve 

Vivaci le discussioni sui social intorno all’articolo. Sergio scrive che “Due scudetti li abbiamo vinti pure con Giovinco e Matri, Quagliarella e Vucinic, perfino con Estigarribia e De Ceglie…non c’era proprio bisogno di spendere in toto 340 milioni per un giocatore di 33 anni quando arrivò”. Alan se la prende con Paratici: “Grazie a lui non abbiamo sfruttato l’opportunità di avere in squadra il giocatore più forte della storia”. Davide invece difende Ronaldo e lo vuole ancora a Torino: “A quasi 36 anni è comunque un rendimento super, a differenza di chi ne ha 27 e si sente un fuoriclasse malgrado non abbia combinato nulla a livello internazionale”. Franco fa un ragionamento schietto e di una logica stringente: “Se non riusciremo a vincere nemmeno quest’anno la Champions con Cr7, saremmo presi per il c…per l’eternità come l’unica sguadra nella quale ha giocato uno dei più forti di sempre che non ha vinto la Champions“. Infine Sandro, che scaricherebbe un altro big: “Mi preoccupa di più la permanenza di Dybala“.

SPORTEVAI | 19-11-2020 09:49

Ronaldo, l'ammissione fa discutere: Juve costretta a venderlo Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...