Virgilio Sport

Sci alpino gigante femminile a Killington, vince Gut-Behrami: sesta Brignone, bene la Goggia

L’Italia non riesce a prendersi la soddisfazione del podio nella gara di gigante sulle nevi americani. Dopo una buona prima manche Sara Bassino commette un errore nella seconda ed esce. Buon nono posto per la Goggia

25-11-2023 17:11

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

L’Italia non riesce a prendersi la soddisfazione del podio nella gara di gigante sulle nevi americani di Killington. Dopo una buona prima manche Sara Bassino commette un errore nella seconda ed esce. Buon nono posto per la Goggia che era 13esima dopo la prima manche. La vittoria va all’esperta svizzera Laura Gut-Behrami con una seconda manche di altissimo livello, alle sue spalle la giovane neozelandese Robinson.

Killington: Brignone chiude sesta

Sperava in qualcosa di meglio Federica Brignone. La specialista del gigante però ha fatto più fatica del previsto sulla pista americana, le sue sono state due buone manche, solide ma non esaltanti ed alla fine è arrivato un sesto posto che lascia un po’ di amaro in bocca.

Tanta delusione invece per Marta Bassino: l’azzurra era stata la grande protagonista della prima manche che aveva chiuso al secondo posto ma la pista molto segnata non permetteva errori e una piccola sbavatura non le ha fatto concludere la gara. Bene invece Sofia Goggia che dopo il 13esimo posto della prima manche, scala la classifica fino al nono e dimostra di aver ritrovato feeling con la specialità.

La soddisfazione di Sofia Goggia

Un nono posto ma per Sofia Goggia la prestazione nel gigante negli Stati Uniti vale più del piazzamento finale: “Sono contenta perché era da tempo tempo che non ero così davanti in gigante ma sono ancora più contenta dell’approccio alla gara perché mi sento più padrona del mio gesto tecnico in questa specialità. Non ho più i timori delle passate stagioni. Dalla prossima settimana dovrei essere già nel secondo gruppo, poi potrei partire anche più avanti da Mont Tremblant”.

Il racconto della prima manche

Prova di ottimo livello per Marta Bassino che comincia benissimo sulla pista statunitense e riesce a fare una buonissima parte di gara, nella seconda parte però qualche piccolissima sbavatura non le consente di spingere al massimo e finisce con il tempo di 56”18.

Prestazione buona anche quella di Federica Brignone che sulle nevi statunitensi ci mette qualche secondo prima di trovare il giusto feeling ma poi con una seconda parte di gara positiva riesce a firmare il cronometro sul tempo di 56”45.

Sembra aver ritrovato il giusto equilibrio in gigante anche Sofia Goggia che scende con il pettorale numero 31 e fa subito vedere di essere in un buon momento di forma, la sua prova è più che positiva e chiude al 14esimo posto a 1”57 dalla prima della classe.

La prima manche vede al primo posto la neozelandese Alice Robinson, autrice di una gara al limite della perfezione negli Stati Uniti. Ma nelle prime posizioni ci sono tutte le solite note con la svedese Hector che chiude seconda, e l’idolo di casa Mikaela Shriffin che si ferma al quinto.

Gigante femminile Killington, la classifica finale:

  • 1. Lara Gut-Behrami (SVI) in 1’53”05
  • 2. Alice Robinson (NZL) a 0”62
  • 3. Mikaela Shriffin (USA) a 0”81
  • 4. Sara Hector (SVE) a 1”06
  • 5. Valerie Grenier (CAN) a 1”44
  • 6. Federica BRIGNONE (ITA) a 1”77
  • 7. Julia Scheib (AUT) a 1”84
  • 8. Paula Moltzan (USA) a 1”90
  • 9. Sofia GOGGIA (ITA) a 1”95
  • 10. Petra Vlhova (SVK) a 1”98

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Inter - Genoa

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...