Virgilio Sport

Scommesse, la fonte di Corona è lo zio di Esposito. L’ex Inter prende le distanze: "Non c'entro nulla"

Il 55enne spezzino Maurizio Petra ha parlato al Secolo XIX spiegando di aver parlato per aiutare il nipote Antonio Esposito, oggi giocatore del Finale Ligure e amico di Zaniolo, che in serata ha smentito un suo coinvolgimento

Ultimo aggiornamento 18-10-2023 20:19

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Si chiama Maurizio Petra la fonte che ha guidato Fabrizio Corona allo scoop sulle scommesse effettuate dai calciatori Fagioli, Tonali e Zaniolo. È lo zio di Antonio Esposito, ex promessa dell’Inter e amico di Zaniolo, oggi giocatore del Finale Ligure. Petra è venuto allo scoperto in un’intervista concessa al Secolo XIX. In serata è arrivata anche la smentita del giocatore.

Maurizio Petra, la fonte di Corona sulle scommesse nel calcio

Ha 55 anni, è nato a La Spezia ed è lo zio di un’ex promessa dell’Inter: questo l’identikit di Maurizio Petra, la fonte di Fabrizio Corona sul caso delle scommesse effettuate dai calciatori di serie A. Petra è venuto allo scoperto in un’intervista concessa al Secolo XIX, a cui ha spiegato di essere lo zio di un’ex promessa delle giovanili dell’Inter, Antonio Esposito, oggi giocatore del Finale Ligure. L’uomo corrisponde dunque all’identikit fatto a Radio Radio dallo stesso Corona: l’ex fotografo aveva dichiarato di avere una “fonte a La Spezia” che gli aveva indicato “nipote come protagonista della vicenda, con prove oggettive”.

Esposito, nipote di Petra, amico e factotum di Zaniolo

Il nipote di Petra, il 33enne Andrea Esposito è stato compagno di calcio di Nicolò Zaniolo, uno dei tre giocatori interessati dall’indagine della Procura di Torino insieme a Sandro Tonali e Nicolò Fagioli che avrebbe conosciuto ai tempi dello Spezia, prima del trasferimento all’Inter. Esposito sarebbe un amico di vecchia data del giocatore, nonché suo factotum per un lungo periodo di tempo.

Scommesse: le parole di Petra, la fonte di Corona

Al Secolo XIX Petra ha spiegato perché è diventato la fonte di Corona sul caso scommesse. “Ho sentito Fabrizio Corona e gli ho raccontato solo fatti veri che possono essere verificati – le sue parole al quotidiano -. L’ho fatto per aiutare mio nipote, Antonio Esposito, che è a conoscenza di puntate illecite fatte da calciatori”. “Mio nipote – ha poi aggiunto Petra – mi ha messo in questa condizione per farsi aiutare. L’ho fatto solo per quello, non mi interessano soldi o notorietà”.

Antonio Esposito prende le distanze dalle parole dello zio

Le parole di Petra non trovano, però, conferma nelle dichiarazioni di Esposito, che in un’intervista all’Ansa prende nettamente le distanze dalle affermazioni dello zio: “Sono distrutto, quello che sta succedendo è allucinante. Non c’entro niente, la gente su questa vicenda delle scommesse fa nomi a caso. Quello del video con Corona era mio zio? Ho riconosciuto la sua voce. Perché lo fa? Chiedetelo a lui. E, comunque, io non sono indagato“. Sul fatto è intervenuto anche il presidente del Finale Ligure che ha rimarcato come Esposito si “dichiara estraneo ai fatti e si difenderà nelle sedi opportune… è molto scosso“.

Scommesse, Zaniolo: ombre sulle aggressioni e sul ruolo della madre

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...