Virgilio Sport

Spezia-Juventus 0-2 pagelle: Allegri di largo muso, Kean e Di Maria chirurgici. Vlahovic chi l'ha visto?

Allegri può respirare: la Juventus continua a vincere in campionato e lo fa addirittura per 2-0. Kean nel primo tempo e Di Maria nella ripresa firmano il colpaccio bianconero a La Spezia. Male Vlahovic. Le pagelle.

19-02-2023 19:57

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Allegri può tirare un doppio sospiro di sollievo. La Juventus continua la risalita in campionato – terza vittoria consecutiva – e lo fa vincendo 2-0 a La Spezia. Scongiurato il rischio dell’ennesimo 1-0, scongiurato soprattutto il rischio di fermarsi su un campo non facile, contro un avversario affamato di punti e uscito sconfitto, ma con l’onore delle armi. Di Kean e Di Maria le reti del blitz della Signora. Lo Spezia attende l’arrivo di Semplici per lanciarsi all’inseguimento della salvezza.

Spezia-Juventus: il commento della gara

Ampio turnover per Allegri: la sfida del Picco cade in mezzo al doppio impegno col Nantes, la priorità in questo momento per il tecnico della Juventus. Nonostante i tanti cambi, però, è la “solita” Juve: solida, quadrata, fisica, che tiene botta e che riparte in contropiede. Lo Spezia fa la partita e, non a caso, è la Juve a colpire al 31′: traversone dalla sinistra di Kostic e tap-in sporco ma efficace di Kean che inganna Marchetti, da poco subentrato all’infortunato Dragowski.

Nella ripresa Allegri lancia Fagioli e De Sciglio per Paredes e Cuadrado, poi gioca anche la carta Di Maria. Lo Spezia preme, crea mischie e mette paura ai bianconeri, che però trovano con Di Maria il gol della sicurezza: splendido il sinistro del Fideo al 21′ per il raddoppio. Lorieri, che aveva sostituito Agudelo con una punta, Nzola, solo nel finale lancia nella mischia Maldini. Lo Spezia ci prova fino alla fine, ma il risultato non cambia più.

Spezia-Juventus: le pagelle dei liguri

  • Dragowski sv: costretto ad arrendersi a un problema muscolare (dal 25′ pt Marchetti 5,5: entra e dopo pochi minuti è beffato da Kean. Forse può far meglio sul sinistro di Di Maria).
  • Amian 6,5: si propone con puntualità in avanti, da centrocampista aggiunto, facendo un gran lavoro.
  • Ampadu 5: manca l’intervento sul cross di Kostic da cui scaturisce il vantaggio juventino di Kean.
  • Nikolaou 6: pochi fronzoli e tanta sostanza per il greco, che per poco non riapre la partita di testa nel finale.
  • Gyasi 6: pur giocando da esterno, non perde occasione per accentrarsi e spesso semina scompiglio. Perin gli nega un gol fatto.
  • Bourabia 5,5: non riesce a trovare tempo e modo per inserirsi, limitandosi a uno scolastico lavoro di raccordo.
  • Ekdal 6: ex di turno, gioca ordine e diligenza, provando pure la conclusione da fuori (dal 34′ st Caldara sv).
  • Agudelo 6: quando parte in progressione diventa temibilissimo, la Juve però non gli concede spazi (dal 14′ st Nzola 5,5:
  • Reca 6,5: accompagna l’azione offensiva con una serie di cross dalla sinistra che creano il panico in area bianconera.
  • Verde 5,5: svaria su tutto il fronte d’attacco, si dà un gran da fare, ma in concreto non combina granché (dal 34′ st Maldini sv).
  • Shomurodov 5,5: sfiora il gol di testa nel primo tempo, ci prova anche nella ripresa ma trova un muro davanti.
  • All. Lorieri 6: il suo Spezia non molla, neanche quando incassa il raddoppio proprio nel momento in cui sembra vicina al possibile 1-1.

Rivivi Spezia-Juventus minuto per minuto

Spezia-Juventus: le pagelle dei bianconeri

  • Perin 7: l’intervento più difficile è su Gyasi, ma strappa applausi pure per una risposta da campione su colpo di testa di Nikolaou.
  • Danilo 6: governa la difesa con la consueta personalità, dando tranquillità anche nei momenti più difficili.
  • Rugani 6: ripaga la fiducia di Allegri con una prestazione priva di sbavature o amnesie.
  • Alex Sandro 6: non sfigura da centrale di sinistra, dai suoi piedi partono rilanci interessanti per gli attaccanti.
  • Cuadrado 5: non è ancora in condizione e si vede, Allegri lo richiama dopo un tempo (dal 1′ st De Sciglio 6: prende il posto di Cuadrado impegnandosi soprattutto in fase di copertura).
  • Locatelli 6: il giallo rimediato dopo appena 20 secondi (e che gli farà saltare il derby) non lo condiziona per nulla.
  • Paredes 5: ennesima bocciatura per il regista argentino, che dovrebbe illuminare un gioco che non c’è (dal 1′ st Fagioli 6: ci mette grinta e dinamismo, utili a blindare il vantaggio).
  • Rabiot 6: guadagna punizione e ci mette esperienza e sostanza, quello che gli chiede l’allenatore.
  • Kostic 6,5: il pregio principale della sua serata è il traversone col contagiri per Kean, che vale il gol dello 0-1 (dal 36′ st Iling sv).
  • Vlahovic 5,5: poco più di un fantasma. Gli arrivano pochi palloni giocabili, lui però fa poco per andarseli a prendere (dal 47′ st Bonucci sv).
  • Kean 6: suo il gol che porta avanti la Juventus. Nella ripresa manca il raddoppio di testa (dall’11’ st Di Maria 7,5: entra nel momento più delicato e pesca il jolly col sinistro).
  • All. Allegri 7: gioca di rimessa, trova il gol in contropiede, si difende e trova il raddoppio con un subentrato. Stavolta Max le azzecca tutte.

Spezia-Juventus: la pagella dell’arbitro

Federico La Penna: è una partita difficile, delicata soprattutto per lo Spezia che insegue una salvezza sempre più a rischio, ma anche per la Juventus che non può concedersi ulteriori passi falsi dopo il flop col Nantes. Non si fa problemi a estrarre il giallo dopo venti secondi su Locatelli, tiene in pugno la gara con fermezza e buon senso. Pochissimi gli episodi contestati, tra cui un presunto contatto Danilo-Gyasi nella ripresa su cui fa giustamente proseguire, tra le proteste dei padroni di casa. Voto 7.

Serie A, Juventus: i prossimi impegni dei bianconeri

Dopo la sfida con lo Spezia, la Juventus sarà impegnata giovedì sera a Nantes nel delicatissimo ritorno del playoff di Europa League: qualificazione in bilico dopo lo scialbo 1-1 ottenuto in casa nel match di andata, tra le polemiche per le decisioni dell’arbitro Pinheiro. Martedì 28 è in programma allo Stadium il derby col Torino, mentre domenica 5 marzo, sempre alle 20.45, c’è la trasferta dell’Olimpico contro la Roma di Mourinho.

Tutti i prossimi impegni della Juventus

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...