Virgilio Sport

Pagelle di Sturm Graz-Atalanta 2-2: è tornato Muriel, Kolasinac rovina tutto

Top e flop della partita Sturm Graz-Atalanta, valevole per la 3° giornata del Gruppo D di Europa League: Muriel sale in cattedra e sigla una doppietta ma nel finale Kolasinac rovina i piani del Gasp regalando rigore agli austriaci.

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Che spreco. Alla Merker-Arena è andata in scena una partita che ha avuto un epilogo clamoroso e non positivo per l’Atalanta. Dopo il fortunoso vantaggio dello Sturm Graz realizzato da Prass con la complicità involontaria di Toloi, la Dea riesce a rimettere le cose a posto grazie alla doppietta di un redivivo Luis Muriel. Nella ripresa Hierlander avvantaggia gli orobici facendosi espellere. Ma nonostante la superiorità numerica la squadra di Gasperini si adagia permettendo ai Blackies di trovare il pari su rigore con Wlodarczyk dal dischetto.

Sturm Graz-Atalanta, la chiave della partita

Gian Piero Gasperini conosceva le armi dello Sturm Graz prima della gara. Pressing alto da parte degli austriaci per bloccare le fonti di gioco nerazzurre per provare a sfruttare poi i potenziali buchi della retroguardia ospite. Così anche se è l’Atalanta a fare la gara a passare in vantaggio è il team di Christian Ilzer con un tiro apparentemente innocuo di Prass divenuto imparabile per Musso a seguito di deviazione di Toloi. Padroni di casa che sfiorano pure il raddoppio con Stankovic di testa che trova la pronta risposta del portiere bergamasco.

La partita poi si ribalta completamente grazie a Muriel, che si inventa con determinazione il gol del pari. Nel finale del primo tempo calcio di rigore per l’Atalanta grazie al tocco col braccio di Stankovic con ancora il colombiano che completa la rimonta per l 1-2 della Dea. Nella ripresa ad avvantaggiare i nerazzurri ci pensa Hierlander facendosi buttare fuori per somma di ammonizioni. Nonostante l’inferiorità numerica lo Sturm non molla, con gli orobici che arretrano permettendo agli austriaci di trovare il pari con il rigore trasformato da Wlodarczyk.

Finale amarissimo per l’Atalanta che aveva ormai cullato il sogno del terzo successo in tre gare. Ma imperdonabile l’errore di Kolasinac col tocco di braccio e ancor più grave l’atteggiamento dei lombardi troppo remissivi dopo la superiorità numerica. Un plauso va invece a Christian Ilzer, tecnico dello Sturm Graz, bravo a rivitalizzare i suoi attraverso i cambi.

Clicca qui per rivivere le emozioni del match

Atalanta, cosa ha funzionato

El Bilal Touré è infortunato, Scamacca non è ancora al meglio ma l’Atalanta può consolarsi per aver ritrovato Luis Muriel. Il colombiano è la vera nota positiva di questo tardo pomeriggio austriaco.

Atalanta, cosa non ha funzionato

Un po’ di imprecisione in fase offensiva. Per la mole di gioco il team lombardo avrebbe dovuto essere certamente più produttivo. Se ciò non è avvenuto solo in parte è attribuibile al ritmo degli avversari. Il resto lo hanno fatto delle scelte non corrette specialmente negli ultimi metri. Il peggio è stato però la gestione del vantaggio, sia di uomini che di punteggio. La Dea ha di fatto rimesso in partita lo Sturm regalandogli troppo campo libero. Finale in affanno: ingiustificabile al netto dei meriti da riconoscere all’avversario.

Le pagelle dell’Atalanta

  • Musso 6,5 Ottimo intervento su Stankovic. Tradito da Toloi in occasione della rete subita.
  • Toloi 5 L’autogol può capitare ed è pure sfortunato nell’episodio. Per il resto però è svagato e si concede qualche calo di tensione di troppo. (Dall’82’ Scalvini ng).
  • Djimsiti 5,5 Prova non completamente convincente dell’albanese.
  • Kolasinac 4,5 Rovina tutto nel finale procurando un rigore evitabile allo Sturm.
  • Zappacosta 6,5 Gioca parecchio alto e la sua posizione crea qualche grattacapo ai rivali. (Dal 77′ Bakker ng).
  • De Roon 5 Meno ordinato rispetto al solito. Tanti passaggi errati e un po’ di confusione.
  • Ederson 6,5 Il miglioramento rispetto allo scorso anno è evidente. Gioca su tutte e due le fasi, si inserisce e distribuisce palloni in mezzo al campo.
  • Ruggeri 6 Scelta quasi definitiva per l’out mancino. Oggi fa il suo, senza strafare. (Dal 63′ Hateboer 6,5 Un po’ di minutaggio per l’olandese fermo da parecchio tempo. Salva il risultato su Boving).
  • Koopmeiners 5,5 Vivacchia tra le linee senza però determinare più di tanto.
  • Lookman 5,5 Un po’ arruffone. Qualche errore di valutazione di troppo nell’ultimo passaggio. (Dal 63′ De Ketelaere 6 Entra in un momento complicato e non può fare di più).
  • Muriel 7 Gasp lo preferisce a Scamacca e fa bene. Sempre attivo: la doppietta premia un atteggiamento positivo. (Dal 63′ Scamacca 6 Cerca di partecipare alla manovra con scambi e combinazioni con i partner. Calcia una punizione interessante).

Top e flop dello Sturm Graz

  • Kiteishvili 6,5 Georgiano che dal 2018 milita nello Sturm. Oltre alla qualità tecnica in fase di assist si fa notare pure per i ripiegamenti difensivi.
  • Prass 6,5 Lavoro importante a metà campo con un pressing utile allo stile di gioco della squadra.
  • Wloradczyk 6,5 Entra e cambia la gara.
  • Wuthrich 5 Troppo leggero su Muriel.
  • Stankovic 5 Che ingenuità quel tocco col braccio.
  • Hierlander 4 Giocatore troppo esperto per commettere sciocchezze come quelle che lo hanno portato al rosso.

Sturm Graz-Atalanta: il tabellino del match

STURM GRAZ (4-3-1-2): Scherpen; Gazibegovic, Affengruber, Wuthrich (dal 62′ Lavalée), Dante; Hierlander, Stankovic, Prass (dal 70′ Boving); Kiteishvili (dal 61′ Javi Serrano); Sarkaria (dal 78′ Horvat), Jatta (dal 63′ Wloradczyk) . A disposizione: Maric, Obi, Johnston, Borkovic, Teixeira, Schnegg, Fuseini. Allenatore: Christian Ilzer.

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi (dall’82’ Scalvini), Djimsiti, Kolasinac; Zappacosta (dal 77′ Bakker), De Roon, Ederson, Ruggeri (dal 63′ Hateboer); Koopmeiners; Lookman (dal 63′ De Ketelaere), Muriel (dal 63′ Scamacca). A disposizione: Carnesecchi, Rossi, Holm, Pasalic, Adopo, Bonfanti, Miranchuk. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Reti: al 13′ pt Prass, al 34′ pt Muriel, al 53′ st Muriel (rigore)

Ammonizioni: Kiteishvili (S); Lookman, Bakker (A)

Espulsi: Hierlander (S)

Recupero: 2 minuti nel primo tempo; 6 minuti nel secondo tempo

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...