Virgilio Sport

Tennis Atp Parigi-Bercy, Djokovic lancia l’allarme “palline” e le WTA Finals diventano un caso

Novak Djokovic si accoda alle polemiche utilizzate nel circuito ATP: “C’è il rischio infortuni”, le WTA Finals di Cancun diventano un caso con la protesta della numero 1 Sabalenka

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Rischio infortuni: il mondo del tennis alza la voce. La stagione 2023 volge al termine ma l’attenzione sul tema infortuni resta primario nel mondo del tennis, si gioca tantissimo e spesso anche i piccoli particolari fanno la differenza. A rilanciare la polemica sulle palline nel circuito ATP ci ha pensato Novak Djokovic, mentre l’organizzazione delle WTA Finals ha scatenato la protesta della numero 1, Aryna Sabalenka.

ATP: la richiesta di Djokovic

La stagione del tennis volge verso la fine ma arrivano anche momenti importanti. Questa settimana si gioca il Master di Parigi-Bercy altro appuntamento molto atteso per il mondo del tennis; un torneo che vedrà al via anche il numero 1 Novak Djokovic. Il serbo, dopo qualche settimana di riposo, ha deciso d alzare la voce sul “pericolo palline” chiedendo all’ATP maggiore uniformità.

Non sono stato nel circuito per un po’ di tempo ma ho letto i commenti di molti giocatori. Korda, con cui mi sono allenato, mi ha detto, che da cinque settimane gioca sempre con palline diverse. Ciò di cui ci lamentiamo è la mancanza di regolarità che può causare problemi ai polsi, ai gomiti e alle spalle.

Gaudenzi e la politica della ATP “anti-infortunio”

Sull’argomento relativo alle palline da gioco, Djokovic ha avuto un confronto anche con il presidente dell’ATP, Andrea Gaudenzi. L’ex tennista italiano, del resto, ha posto l’attenzione sul tema infortuni già in altre occasione, è stato uno dei fautori nell’allungare i Master 1000 alle due settimane per dare la possibilità agli atleti di avere maggiore riposo da una gara all’altra e ora si ritrova tra le mani una richiesta relativa alle palline da gioco che si è fatta sempre più crescente e insistente, tra i tennisti.

Caos WTA Finals: la protesta della Sabalenka

Anche nel mondo del tennis femminile il tema “infortuni” è particolarmente di attualità. Le WTA Finals di Cancun sono iniziate tra le polemiche, colpa di un’organizzazione che ha messo in fretta un evento importantissimo in fretta e furia. Il campo doveva essere indoro poi costruito all’aperto e completato solo poche orae prima dell’inizio del torneo. Dopo la vittoria su Maria Sakkari sono arrivate le parole al veleno di Aryna Sabalenka.

Sono delusa dalla WTA e dalla mia esperienza alle Finals. Mi sento non rispettata dall’associazione e penso che molte si sentano così. Non è questo il livello di organizzazione che ci aspettiamo da un torneo del genere. In campo non mi sento sicura, il rimbalzo non è regolare e non siamo state in grado di allenarci fino a ieri. Per me non è accettabile.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...