Virgilio Sport

Torino, Cairo come Lotito: è guerra agli arbitri, Juric frase choc poi pace con Italiano

Alta tensione in Torino-Fiorentina. Dopo Lotito, sbotta anche Cairo per le decisioni di Marchetti: arbitri sempre più nel mirino. Lite Juric-Italiano

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Dopo Lotito, Cairo. Gli arbitri continuano a far infuriare i presidenti e questa volta è il turno del patron granata, che non ha affatto mandato giù la direzione di gara di Marchetti in Torino-Fiorentina. L’espulsione di Ricci ha mandato su tutte le furie anche Juric, protagonista di un brutto gesto ai danni del collega Italiano, salvo poi chiedere scusa a fine partita.

Caos arbitri: dopo Torino-Fiorentina sbotta anche Cairo

Sono stati due giorni neri per gli arbitri. Alla direzione horror di Di Bello in Lazio-Milan, con i biancocelesti che hanno chiuso addirittura in otto tanto da far esclamare a Lotito che “si è superato ogni limite”, ha fatto seguito quella di Marchetti in Torino-Fiorentina. Prima il fallo non ravvisato di Zapata su Milenkovic nel gol del colombiano poi annullato dal Var, quindi l’espulsione ritenuta eccessiva dai granata per somma di gialli di Ricci, che in realtà protestava per la mancata ammonizione di Arthur, arrivata solo successivamente al rosso.

Cairo non ci sta. “Peggio di Di Bello? Ce l’abbiamo fatta. Zapata ha ricevuto un trattamento incredibile, subendo falli a raffica”. Sul gol annullato: “Per il tipo di azione o non lo concedi oppure non ti fai richiamare perché l’arbitro a un passo. Ci hanno tolto una marea di punti”.

Alta tensione tra le panchine: il brutto gesto di Juric a Italiano

Non è stata una partita facile, quella andata in scena nel capoluogo piemontese. Le tante scintille tra le panchine delle due squadre hanno rischiato di tramutarsi in incendio in seguito a un brutto gesto di Juric ai danni di Italiano. Gli animi si sono agitati già dopo l’espulsione di Ricci nel recupero del primo tempo, ma il culmine lo si è raggiunto nei minuti finale del match in seguito a un fallo fischiato a Pellegri, quando l’allenatore del Torino è stato espulso per aver ricevuto il secondo giallo e quello della Fiorentina ammonito.

Secondo quanto riferito da Sky, Juric si sarebbe rivolto al tecnico della Viola dicendogli: “Ti taglio la gola”. Il tutto sotto gli occhi degli ispettori della Procura Federale, che ha preso appunti.

Torino, le scuse di Juric e l’abbraccio davanti alle telecamere

La lite Juric-Italiano potrebbe essere etichettata come ‘cose di campo’. Nel post partita, infatti, sono arrivate le scuse del croato, che ha ricordato il rapporto di amicizia che lo lega a Italiano. “C’era adrenalina a mille, quando vivi una partita in questo modo si finisce per litigare su cose sulle quali non dovresti litigare. Vincenzo è un amico, sono stato proprio cattivo con lui” ha dichiarato Juric. La pace è stata poi sancita davanti alle telecamere di Sky, quando i due tecnici si sono abbracciati in diretta. “Questa è un’immagine che deve circolare per qualche giorno” ha commentato Italiano.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...