Virgilio Sport

Torino-Napoli 3-0 pagelle: Mazzocchi esordio da incubo, Zielinski fantasma, Sanabria devastante

Top e flop della partita Torino-Napoli, valevole per la 19a giornata di serie A 2023/2024: disastro della difesa azzurra, brillante l'attacco granata

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Il Napoli campione d’Italia sparisce definitivamente come le feste che porta via la Befana. Disfatta totale per gli azzurri travolti 3-0 all’Olimpico dal Torino. In quello stadio dove l’anno scorso annusarono lo scudetto per la prima volta con convinzione assoluta dopo un 4-0 devastante ecco il tracollo inimmaginabile. E’ il punto più basso dell’era Mazzarri che non vince dal 16 dicembre 2023, in casa contro il Cagliari. Il Toro fa lo stretto necessario nel primo tempo, poi dilaga vista l’inesistenza dell’avversario. La apre Sanabria al 43′ sfruttando un rimpallo in area di rigore e un errore di marcatura di Rrahmani che se lo lascia sfuggire. Vlasic raddoppia al 52′, nel momento peggiore per gli azzurri dopo l’espulsione del neo-acquisto Mazzocchi a soli 5′ dal suo ingresso in campo. A mettere la parola fine alla gara è Buongiorno che da calcio d’angolo battuto da Lazaro vola in cielo e di testa mette la palla all’incrocio. Gli uomini di Mazzarri precipitano al nono posto a quota 28 e a +1 dal Toro, al decimo posto a quota 27 punti.

Torino-Napoli, la chiave tattica della partita

Torna al 3-4-1-2 il Toro di Juric con la coppia di attaccanti Sanabria e Zapata in avanti e Vlasic a supporto delle due punte. Il Napoli, senza Mazzarri assente per squalifica, si dispone con il solito 4-3-3 e schiera Raspadori come punta centrale e Cajuste a centrocampo al posto di Anguissa che, come Osimhen, è impegnato in Coppa D’Africa. Il Torino per aumentare la pressione offensiva nell’area di rigore degli azzurri porta uno dei due esterni – Bellanova o Lazaro – a saltare in area di rigore su cross dal lato opposto. I partenopei si riducono a spazzare palla per un tempo intero. Solo due azioni abbozzate per arrivare in porta non bastano per trovare il gol.

Nella seconda frazione di gioco, Mazzarri cambia sistema di gioco e abbozza un 3-4-3 al posto del 4-3-3 con la sostituzione di Zielinski e l’inserimento di Mazzocchi ma dopo soli cinque minuti resta in dieci per il rosso a Mazzocchi. Mazzarri schiera il 3-4-2 con l’entrata in campo di Simeone e Zerbin al posto di Raspadori e Mario Rui. La confusione in campo per i partenopei resta agghiacciante: impossibile capire i ruoli, gli schieramenti e le coperture di gioco. Zerbin prende la fascia sinistra e in attacco con Kvara e Simeone e Lindstrom sulla destra come laterale di centrocampo al posto di Politano ma è tutto inutile. Esce dal campo tra i fischi dei tifosi azzurri.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Torino-Napoli

Le pagelle del Napoli

  • Gollini 4.5. 3 gol presi in una giornata allucinante per gli azzurri, non riesce ad evitare nessuno dei tre.
  • Di Lorenzo 5.5. Al 24′ è stato abile con una sua incursione dalla destra dell’area a fornire un passaggio importantissimo per Raspadori.
  • Juan Jesus 5. Nel secondo tempo si trova costretto a fare il centrale sinistro della difesa rimaneggiata a tre.
  • Rrahmani 4,5. Fa passare il pallone -nella marcatura su Zapata- che viene sfruttato da Sanabria per arrivare al gol.
  • Mario Rui 6. Salvataggio provvidenziale su un inserimento in area di rigore di Bellanova che su cross di Zapata al 34′ stava per imbucare il Napoli. Zerbin (6 dal 59′). Diventa il laterale sinistro di centrocampo nel 3-4-2 ma tende a non lasciare scoperta la difesa aggiungendosi ai tre.
  • Lobotka 5. Nel secondo tempo si adatta a fare il centrale di centrocampo nella linea a quattro uomini.
  • Cajuste 5. Si perde al 19′ Vlasic in area di rigore che anticipa la difesa avversaria ma si divora un gol. Nella seconda frazione di gioco non riesce a fare filtro a centrocampo. Gaetano (5.5 dal 76′). Gioca da centrale nei quattro di centrocampo.
  • Zielinski 4.5. Al 40′ riceve un pallone in area in profondità ma per eccesso di leziosismo tenta la finta anziché tirare di prima e perde l’occasione di far gol, anticipato dall’avversario. Mazzocchi (2 dal 45′ st al 49′). Esordio da incubo, fallaccio smisurato su Lazaro: gamba tesa alta che impatta contro il ginocchio dell’avversario. Prima ammonito, poi espulso su controllo del VAR.
  • Politano 5. Invisibile per tutta la gara, viene sostituito al 68′ per Lindstrom. Lindstrom (5.5 dal 68′). Si adatta come laterale destro di centrocampo nella linea a quattro.
  • Raspadori 5. Si divora un gol clamoroso al 24′ quando da solo in area di rigore calcia basso, debole, centrale e addosso al portiere avversario. Simeone (5 dal 59′). Gioca in avanti in coppia con Kvara nel momento in cui il Napoli è costretto a passare al 3-4-2. Si divora una occasione gol all’80’.
  • Kvaratskhelia 4.5. Assente ingiustificato. Accentrandosi va nel traffico e perde imprevedibilità.

I top e flop del Torino

  • Vlasic 7.5. Punisce il Napoli dalla distanza e trova la rete del 2-0, nessuno lo contrasta e si inventa un gran gol da fuori area che termina basso, potente alle spalle di Gollini.
  • Sanabria 7. In coppia con Zapata cerca di sbloccare la partita attraverso episodi favorevoli, al 42′ trova un gol nato da un cross da calcio piazzato e sfrutta un rimpallo che lo porta al gol.
  • Zapata 6.5. Abbastanza statico ma lottatore in area di rigore. Fa assist per Sanabria al 42′ che sblocca la partita.
  • Buongiorno 7. Da calcio d’angolo battuto da Lazaro vola in cielo e di testa mette la palla all’incrocio.
  • Lazaro 6.5. Il suo lavoro su tutta la fascia sinistra è ottimale. Assist da calcio d’angolo per Buongiorno.
  • Ricci 5.5. Non brilla in fase di interdizione a centrocampo.

Torino-Napoli: il tabellino del match

TORINO (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Djidji (76′ Sazonov), Buongiorno, Rodriguez; Bellanova, Ricci , Ilic (90′ Gineitis), Lazaro; Vlasic (90′ Karamoh); Sanabria (93′ Seck), Zapata (76′ Pellegri).

NAPOLI (4-3-3): Gollini; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui (59′ Zerbin); Cajuste (77′ Gaetano), Lobotka, Zielinski (46′ Mazzocchi); Politano (68′ Lindstrom), Raspadori (59′ Simeone), Kvaratskhelia.

Arbitro: Mariani

Reti: 43′ Sanabria, 52′ Vlasic, 66′ Buongiorno (T)
Note: Espulso al 50′ Mazzocchi (N) per gioco violento, ammoniti Zielinski, Juan Jesus.

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali del Napoli

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...