Virgilio Sport

Tour epico: Pogacar cade, Vingegaard lo aspetta e poi vince la tappa

Lo sloveno cade in discesa e la maglia gialla, con un gesto di grande fair-play, lo aspetta, poi, trascinato da Van Aert, lo stacca sull'ultima salita.

21-07-2022 18:11

Incredibile diciottesima tappa del Tour de France, 143,2 km da Lourdes all’arrivo in salita di Hautacam, con in mezzo il leggendario Col d’Aubisque e il Col de Spandelles, caratterizzata prima dal grandissimo gesto di fair-play della maglia gialla Jonas Vingegaard nei confronti del suo più grande avversario, il trionfatore degli ultimi due Tour Tadej Pogacar, ma poi, trascinato dal compagno di squadra Wout Van Aert, ultimo superstite della fuga di giornata, lo ha staccato sulla salita finale.

Pogacar cade nella discesa dello Spandelles, Vingegaard lo aspetta

Ecco la cronaca di questo epico tappone pirenaico. Nella discesa del Col de Spandelles è successo di tutto: Vingegaard e Pogacar, che avevano già staccato tutti i migliori della classifica in cima alla salita, sono andati giù a rotta di collo e a un certo punto il danese in giallo della Jumbo-Visma ha evitato di spiaccicarsi contro la parete della montagna con un numero da circo pazzesco. Poche curve più sotto lo sloveno della UAE Team Emirates è invece finito a terra, è risalito quasi immediatamente in bici e Vingegaard, invece di accelerare per toglierselo di torno, lo ha aspettato.

Pogacar stringe la mano a Vingegaard, il gruppo dei migliori si ricompatta

Un gesto di fair-play immenso, compiuto peraltro da colui che, con sulle spalle il simbolo del primato, avrebbe potuto approfittare della disgrazia del suo avversario, che da quando ha perso la maglia gialla proprio per mano di Vingegaard, continua ad attaccarlo ogni volta che può. Pogacar si è così riaccodato al danese e gli ha teso la mano, Jonas ha ricambiato e gliel’ha stretta. Non facciamo paragoni con altri sport, ma sono scene che altrove non si vedono. I due ovviamente rallentano e il gruppo dei migliori si ricompatta.

Sull’ultima salita Vingegaard, trascinato da Van Aert, stacca Pogacar e ipoteca il Tour

Ma davanti, all’inizio della salita di Hautacam, ci sono tre superstiti della fuga di giornata, Thibaut Pinot, Daniel Martinez e Wout Van Aert. Quest’ultimo, compagno di squadra di Vingegaard, attacca a metà salita, si leva di ruota gli altri due, e quando viene ripreso dal danese e dallo sloveno, che hanno di nuovo staccato gli altri, si mette in testa a tirare e il suo ritmo folle costa caro a Pogacar che, forse anche perché sofferente per la caduta, cede a 4,5 km dall’arrivo.

Van Aert ha ormai esaurito il suo compito e rallenta e Vingegaard arriva sul traguardo in splendida solitudine. Secondo è Pogacar a 1’04”, Van Aert riesce ad arrivare terzo a 2’10”, il britannico Geraint Thomas della Ineos Grenadiers, che aveva fatto un tentativo sullo Spandelles subito rintuzzato dai due dominatori della corsa, è quarto a 2’54. In classifica generale Vingegaard ha ora un vantaggio di 3’26” su Pogacar e di 8 minuti esatti su Thomas: il danese ha ormai ipotecato il suo primo trionfo al Tour de France dopo che l’anno scorso era arrivato secondo proprio dietro a Pogacar.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Salernitana - Monza
Genoa - Udinese

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...