,,
Virgilio Sport SPORT

Valentino Rossi, lo sfogo del padre: attacchi a Marquez e Yamaha

A un mese dall'addio alle corse del figlio, Graziano Rossi non risparmia critiche al grande rivale e alla scuderia giapponese: "Valentino non si meritava un trattamento simile".

19-10-2021 10:15

Il conto alla rovescia è quasi finito. Per la fine della carriera e anche per l’ultimo Gran Premio da godersi in casa, davanti ai propri tifosi.

Tra poco più di un mese la carriera di Valentino Rossi passerà ufficialmente agli archivi, anzi alla leggenda, ma le emozioni da vivere in questi 30 giorni saranno ancora tante.

Così se il gran finale del 14 novembre a Valencia avverrà di fronte a spalti gremiti, dopo il via libera al 100% di capienza della pista spagnola, il prossimo weekend a Misano sarà quello del saluto alla “marea gialla”, il muro umano di tifosi che, compatibilmente con le limitazioni previste, non vorrà far mancare il proprio saluto al Dottore, all’ultima passerella italiana dopo 26 stagioni nel Motomondiale.

Intanto è già inevitabilmente tempo di bilanci e prima che a parlare sia il diretto interessato, spazio a papà Graziano, che in una lunga intervista concessa a ‘La Gazzetta dello Sport’ ha ripercorso alcune delle tappe più importanti della carriera del figlio, soffermandosi anche, anzi soprattutto, sui momenti meno felici.

La prima carrellata è per i grandi rivali, ma solo per quelli con i quali i duelli sono stati leali: “Casey Stoner era un gran talento, Hayden il compagno che ho amato di più. Biaggi? È stato uno dei pochissimi momenti nello sport dove due personaggi, che non avrebbero potuto essere più all’opposto e insopportabili l’uno all’altro per modo di interpretare la vita, hanno regalato prestazioni sportive così elevate. Per fortuna Valentino ha vinto di più…”.

Il tono di Graziano si fa però più serio quando si parla di Marc Marquez. Tra lo spagnolo e Valentino non c’è mai stato feeling e quanto accaduto tra i due nel 2015, l’unico anno in cui Rossi andò davvero vicino al decimo titolo della carriera, non è mai stato dimenticato:

“Il suo essere sarebbe venuto fuori prima o poi. Quando nello sport viene meno la serietà professionale, il gusto di fare sport rispettando gli avversari, poi non c’è nulla che tenga“.

Rossi senior ne ha anche pe la Yamaha, che ha scandito gli ultimi, amari anni di carriera del fuoriclasse di Tavullia, con lo sgarbo finale della retrocessione nel team satellite nell’ultima stagione: “Sono molto deluso, ci sono cose che vanno oltre i progetti e i programmi sportivi – ha concluso Graziano Rossi – Non credo che Valentino si meritasse un trattamento del genere e penso che non se lo aspettasse“.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...