Virgilio Sport

Volley femminile, quarti Coppa Italia: Chieri sorprende Novara. Egonu-Antropova a braccetto: che sfida in semifinale

I quarti di Coppa Italia A1 femminile regalano una sola sorpresa con l'eliminazione di Novara, battuta a domicilio da Chieri. Egonu-Antropova fanno 21 punti a testa: si sfideranno a Trieste

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Novara non andrà a Trieste, e questa è decisamente la notizia che non t’aspetti. Anzi, è l’unica reale sorpresa che scaturisce dai quarti di finale di Coppa Italia, che altrimenti ha visto rispettato il pronostico su tutti i campi. Avanti Conegliano, Milano, Scandicci e appunto Chieri, che passa in casa dell’Igor Gorgonzola, che deve così dire addio al primo obiettivo stagionale e alla sfida annunciata contro la Prosecco Doc Imoco di Santarelli, che il suo lo fa senza alcun problema, ribadendo una volta di più il ruolo di favorita naturale della competizione (e non solo).

Bernardi, che delusione: Grobelna trascina Chieri in semifinale

La Reale Mutua Fenera sta vivendo un periodo di grande prolificità: dopo aver fatto sudare e non poco Conegliano e Milano negli ultimi due turni di campionato, riuscendo a trascinarle entrambe al tiebreak, ha ridato il “favore” a Novara che un mese fa, nel turno di Santo Stefano, al PalaIgor l’aveva sconfitta per 3-1. Stesso parziale del quarto di Coppa Italia, ma a ruoli invertiti: coach Bregoli ha tratto giovamento dalla serata decisamente grandi firme di Kaja Grobelna, autrice di 23 punti, quattro in più di Vita Akimova che da sola non è riuscita a tenere a galla le compagne, che venivano da quattro successi consecutivi in campionato, ma che in qualche modo avevano già mostrato qualche segnale di cedimento.

Chieri ha avuto un piccolo calo soltanto in chiusura di terzo set, dopo essersi ritrovata avanti per 2-0 e aver controllato buona parte del match fino a chiudere sul 25-23 nel quarto e decisivo set, ammutolendo le oltre 2.300 persone accorse per sostenere le ragazze di Lollo Bernardi. Ofelia Malinov è stata votata MVP di serata, ispiratrice perfetta dei sogni delle piemontesi, che adesso proveranno ad alzare l’asticella ben sapendo di avere a che fare con le più forti del mazzo.

Le “nozze d’argento” di Conegliano: 25 vittorie su 25 gare stagionali

Perché alla Reale Mutua Fenera toccherà in sorte l’abbinamento con Conegliano, che contro Il Bisonte Firenze ha impiegato un’ottantina di minuti appena per volgere a proprio favore la contesa. Partita mai in discussione con la solita Isabelle Haak sugli scudi, autrice di 19 punti (anche Lanier, MVP di serata, e Plummer in doppia cifra tra le Pantere). Le toscane hanno provato a fare di necessità virtù, ben sapendo di non avere i mezzi per poter contrastare le ragazze di Santarelli, arrivate alla vittoria numero 25 su altrettante gare disputate in stagione tra campionato, Champions e Supercoppa. Abbastanza eloquenti i parziali: 25-19, 25-13, 25-19. Insomma, niente di nuovo sotto al sole.

Egonu demolisce Roma: il secondo set finisce 25-5…

Così come non sorprende l’ennesima serata di straordinaria vena realizzativa di Paola Egonu: 21 i punti a referto nel successo (agevole anch’esso) ottenuto dall’Allianz Milano contro l’Aeroitalia SMI Roma, gara che passerà alla storia per l’incredibile 25-5 fatto registrare nel secondo set, dove le capitoline hanno praticamente guardato le rivali divertirsi, incapaci di metterle la benché minima pressione.

Si diverte Milano, che a sua volta sta dimostrando di essere pienamente consapevole della propria forza, aspettando nuovi test probanti (tra dieci giorni c’è la trasferta in casa di Conegliano: antipasto di finale di Coppa?…) e mettendo a posto ogni ingranaggio possibile. Detto di Egonu, bene anche Sylla (11 punti) e bene soprattutto Alessia Orro, che firma 9 punti personali, meritandosi il titolo di MVP di serata.

Antropova risponde per le rime: sarà duello in semifinale

Anche la Savino Del Bene Scandicci rispetta il pronostico, seppur deve impiegare una mezzoretta in più per risolvere la pratica Pinerolo: 25-20, 21-25, 25-17 e 25-17 il punteggio finale di una gara che a un certo punto si era fatta complicata, merito di una Wash4Green brava a sfruttare un piccolo calo di tensione attraversato da Antropova e compagne.

Kate ha risposto in tutto e per tutto a Egonu, mettendo giù 21 palloni, ben spalleggiata dalla cinese Zhu che ha chiuso a quota 16. Pinerolo ha sognato grazie ai 18 punti di Ungureanu, l’ultima ad arrendersi, ma impossibilitata a spingersi oltre. Tutti volevano assistere a una semifinale che mettesse l’una di fronte all’altra le due opposto della nazionale di Velasco (che dovrebbe aver scelto Egonu titolare, con Antropova riserva) e puntualmente anche i più esigenti sono stati accontentati. Appuntamento il prossimo 17-18 febbraio a Trieste, dove lo spettacolo sarà certamente assicurato.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...