Virgilio Sport

Volley femminile, Antropova: "Egonu? Non siamo amiche. Ho avuto un confronto con Velasco"

In un'intervista al Corriere Fiorentino, Antropova svela il suo rapporto con Egonu e racconta i retroscena del recente incontro col nuovo Ct azzurro Velasco.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Per un’estate, la scorsa, le ha sottratto il posto da titolare nella Nazionale azzurra agli Europei casalinghi. E Paola Egonu c’è rimasta talmente male da prendersi un periodo di riposo, subito dopo la conclusione del torneo, abbandonando di fatto al suo destino l’Italia di Davide Mazzanti nel Preolimpico. Adesso Kate Antropova sembra indietro nelle gerarchie del nuovo Ct Julio Velasco. È dietro Paoletta, però, anche nelle classifiche di rendimento della regular season di Serie A1: in testa alla classifica delle migliori marcatrici c’è l’opposto di Milano, e non di poco.

Antropova, trascinatrice di Scandicci in A1 e in Champions

Antropova, certamente, non sta sfigurando. Anzi. È lei la trascinatrice della Savino Del Bene Scandicci, che con Novara condivide il ruolo di “possibile guastafeste” di un duello Scudetto che sembra essere storia a due tra le attuali superpotenze del volley femminile in rosa: Conegliano e Milano. Le toscane, guidate da Massimo Barbolini, sono terze in classifica e hanno vinto il girone di Champions. E gran parte del merito va attribuita alla potenza offensiva di Kate, italiana da pochi mesi ma già colonna della pallavolo tricolore.

Egonu-Antropova, un dualismo nato agli ultimi Europei

Intervistata da Simone Spadaro per il Corriere Fiorentino, Antropova ha parlato a lungo proprio di Egonu e della presunta rivalità tra loro due: “Sì, sembrava che si parlasse solo di questo l’estate scorsa. Paola è fenomenale: è ai livelli di Melissa Vargas, la pallavolista cubana, naturalizzata turca. Così diversa dalle altre nel ruolo di opposto. Hanno delle qualità che le rendono uniche. Sono tra le giocatrici più forti a livello mondiale e mi piace vederle in allenamento”. E ancora: “Venendo al rapporto con Paola posso solo dire che non siamo amiche. Siamo compagne. La pallavolo è uno sport di squadra. E tutte dobbiamo giocare per ottenere il miglior risultato che è vincere. Viviamo, tra l’altro, due situazioni completamente diverse”.

La rivelazione di Kate: “Ho già parlato col Ct Velasco”

Insomma, non chiamatele amiche. Quanto al nuovo allenatore della Nazionale, Antropova ci ha parlato – e diffusamente – in occasione di una recente “visita” in Toscana dello stesso Velasco: il Ct sta facendo una sorta di tour tra tutte le formazioni del massimo campionato. “Abbiamo avuto un confronto e ci ha detto su cosa dobbiamo lavorare“, ha spiegato Antropova. “Ci ha anticipato anche le idee per l’estate. Giocheremo la Volleyball Nations League, torneo di fondamentale importanza perché assegnerà i punti del ranking mondiale che verrà preso in considerazione per assegnare i pass per le Olimpiadi di Parigi 2024. Inutile dire che i Giochi sono l’obiettivo più importante quest’anno”.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...