Virgilio Sport

Volley, l'agente di Egonu ridimensiona il caso e Adinolfi l'attacca

Marco Raguzzoni, agente dell'opposto della Nazionale Italiana di volley, ha poi cercato di ridimensionare il caso

Pubblicato:

Continua a tenere banco il caso di Paola Egonu, protagonista di uno sfogo, ripreso da un tifoso, in cui ha espresso la volontà di lasciare la Nazionale. La giocatrice, intervistata dopo la finale vinta per il bronzo Mondiale, ha poi spiegato che vedrà cosa fare nei prossimi mesi, ma ha garantito di voler ancora giocare per la maglia azzurra. Intanto si è scatenato il dibattito in rete. A spiegare la situazione ci ha pensato Marco Raguzzoni agente della giocatrice, mentre come già successo ai Giochi Olimpici di Tokyo è già arrivato un nuovo attacco di Mario Adinolfi.

Caso Egonu, parla Marco Raguzzoni

Nel video diventato virale Paola Egonu, ormai ex giocatrice dell’Imoco, in lacrime esternava al suo agente Marco Raguzzoni tutta la sua delusione dopo aver ricevuto commenti e domande sulle sue origini. L’agente ha cercato di ridimensionare il caso. “Quando gioca male viene messa nell’occhio del ciclone e questo l’ha ferita, ma per lei vestire la maglia della Nazionale è un onore. Uno sfogo che non era contro la Federazione e neppure contro le compagne, fatto a caldo e successivamente ridimensionato. Queste ragazze sono esseri umani come tutti, sono pensieri espressi in un momento difficile dopo la vittoria contro gli Stati Uniti”.

Il sostegno del Mondo della pallavolo per Paola Egonu

Dopo le varie interviste, in cui poi la Egonu ha spiegato di voler ancora giocare per la maglia azzurra ma di aver bisogno di riflettere e di una pausa, tantissimi sono stati i messaggi a sostegno dell’opposto. Dall’ex capitano della Nazionale Italiana, Maurizia Cacciatori, fino all’ex C.T della maschile Mauro Berruto. Infine anche un messaggio da parte della Lega Pallavolo Femminile Serie A e del numero uno Mauro Fabris. “Grazie, quello che fai tu va sempre bene. Sempre. Un altro veneto, Roberto Baggio, in occasione dei Mondiali di calcio di USA 1994, ai rigori finali sbagliò il suo. E perdemmo. Contro il Brasile, tanto per rimanere in tema. Subì di tutto. Anche per il fatto di essere di religione buddista, cacciatore e portare il codino. Ma era e rimase, ancora oggi lo è, un grande campione amato dagli italiani. Noi ti ammiriamo e ti vogliamo bene. Lascia stare il resto. Torna presto in Serie A. Già ci manchi”.

Il nuovo attacco di Mario Adinolfi

Come già successo durante i Giochi di Tokyo, Mario Adinolfi è tornato ad attaccare la giocatrice. Su Twitter il politico ha scritto: “Paola Egonu è egocentrica, si parla solo di lei, nessuno conosce il nome di un’altra qualsiasi pallavolista azzurra, ma si lamenta d’essere al centro dell’attenzione quando l’Italia non vince. Pararsi dietro al razzismo è una furbata, è criticabile come qualsiasi altra atleta”. Sui social è diventata così virale la discussione con tanti che hanno preso le difese della Egonu attaccando Adinolfi.

Volley, l'agente di Egonu ridimensiona il caso e Adinolfi l'attacca

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...