,,
Virgilio Sport

F1, Alonso pazzo della Aston Martin: "Punto al mio terzo Mondiale"

I testi di F1 rilanciano le ambizioni della Aston Martin, che cala l'asso Alonso per fare bene nel Mondiale.

22-11-2022 15:26

Neanche il tempo di chiudere la stagione col GP che ha regalato a Max Verstappen il 15^ successo del 2022 e a Charles Leclerc e alla Ferrari la seconda posizione rispettivamente nella classifica piloti e nella classifica costruttori, che ad Abu Dhabi si torna in pista per i test Pirelli.

Anche se questa tornata di giri sul circuito di Yas Marina ha significato relativo, emoziona chi ha a che fare con una nuova Scuderia come il 41enne Fernando Alonso, che dopo il biennio alla Alpine gareggerà con la Aston Martin: “Quando ho firmato, ero contento al 90%. Stamattina lo ero al 100%, adesso lo sono anche di più!”.

F1, Alonso:  “Posso fare ancora la differenze con l’esperienza”

Dopo aver ceduto rapidamente al richiamo della F1 e aver corso due faticose stagioni (81 punti valsi rispettivamente il decimo e il nono posto nella classifica) con la Alpine, il bicampione iridato è pronto a dare battaglia, perché aver per la prima volta racimolato meno punti del proprio compagno Esteban Ocon è stato affare indigesto.

E’ sul bagaglio di esperienze e sull’orgoglio di campione che punta lo spagnolo: “Posso fare ancora la differenza nei momenti chiave delle corse, tutti abbiamo il talento di guidare le auto veloci, ma il resto lo fa la testa, o il dettaglio. Un anno fa non ho guidato bene e se capiterà ancora, smetterò: quest’anno sono orgoglioso di quel che ho fatto e se manterrò lo stesso livello continuerò al di là dei risultati”.

L’età che avanza ha imposto un approccio differente alla gara e allo stile di vita: “L’età anagrafica e la condizione fisica mi hanno portato a cambiare alcune fasi dell’allenamento, gli eventi e i viaggi. La F1 è esigente a livello di energie, anche fuori dalla pista e devo avere maggiore efficienza, oltre al fatto che non ho più 20 anni”.

F1, Alonso è ambizioso: “Posso vincere ancora un titolo Mondiale”

L’obiettivo della 20^ stagione in F1, nella quale correrà per la 5^ Scuderia, è la crescita della Aston Martin e il ritorno sul gradino più alto del podio: “Continuo perchè mi sento in un progetto sportivo, nel 2023 non riusciremo a colmare il divario, ma dovremo lavorare meglio dei rivali perché la F1 è un ambiente competitivo e per essere campioni si deve fare qualcosa di speciale”.

Conquistare ancora un titolo è l’ambizione maggiore: “Devo pensare al terzo titolo come qualche cosa di possibile, è la mia motivazione quotidiana. La squadra non parte da zero e ci sono persone di talento e nuove strutture: mi sembra di entrare nel momento in cui, unendo le forze, diventeremo un giorno campione del mondo; spero di essere ancora un pilota quel giorno”.

I successi di Alonso e le difficoltà della Aston Martin

Dopo aver corso come Racing Point, negli ultimi due campionati la Scuderia acquisita dal miliardario canadese Lawrence Stroll ha centrato la 7^ posizione nel mondiale marche, con 77 punti prima e con 55 punti poi: l’altro pezzo da novanta quale Sebastian Vettel non ha ottenuto granché, eccetto un secondo posto a Sakhir nel 2021.

L’asturiano, che ha superato Kimi Raikkonen ed è il pilota con più corse (358) disputate, ha vinto il titolo piloti nel 2005 e nel 2006 battagliando con Michael Schumacher, per poi perdere le volate alla guida di McLaren e Ferrari, Scuderia con cui ha corso 5 stagioni: 32 vittorie sono i GP vinti.

 

 

F1, Alonso pazzo della Aston Martin: "Punto al mio terzo Mondiale"

Leggi anche:

Caricamento contenuti...