Virgilio Sport

Serie C, trema l’Ancona: caos iscrizione, la Covisoc può bocciare richiesta, spera il Milan U.23

Marchigiani a rischio esclusione in Lega Pro, si dovrà valutare la documentazione relativa agli stipendi presentata sul gong: tutti gli scenari

Pubblicato:

Antonio Salomone

Antonio Salomone

Giornalista

Giornalista pubblicista. Lo affascinano, da sempre, le categorie minori e i talenti in erba. Ha fiuto per la notizia e per gli emergenti. Calcio, basket, motori: ci pensa lui

Il campionato di Serie C non termina mai al triplice fischio della finale playoff. Tra tribunali e problemi burocratici le estati si fanno sempre bollenti. E l’ultimo caso vede come protagonista l’Ancona che ora rischia l’iscrizione al prossimo campionato. Il motivo? Il ritardo nel presentare la documentazione relativa al pagamento degli ultimi stipendi che potrebbe portare alla bocciatura da parte della Covisoc, la Commissione di Vigilanza sulle società di calcio professionistiche.

Serie C, caos Ancona: rischia la bocciatura?

L’Ancona ha depositato la documentazione per l’iscrizione al campionato entro il termine previsto, ma i pagamenti degli stipendi fino ad aprile compreso (chi non paga maggio e giugno entro la scadenza avrà una penalizzazione nel prossimo campionato) sarebbero stati fatti solo attorno alle 23.30, proprio sul gong.

In totale si parla di circa 425mila euro e la Covisoc dovrà valutare se è tutto in regola. Il sindaco della città, Daniele Silvetti, avrebbe cercato invano di contattare durante il giorno il proprietario malese Tony Tiong (che si trova a Hong Kong) per risolvere il problema e avrebbe interpellato l’ex patron Canil (detentore del 5% delle quote del club) per adempiere al versamento delle mensilità. Anche i tifosi hanno fatto la loro parte radunandosi sotto la sede dove erano presenti la manager Nocelli e il tecnico Boscaglia.

Ancona escluso dalla C? Deciderà la Covisoc

Ora la palla passa alla Covisoc che avrà poco meno di una settimana di tempo per analizzare tutte le carte presentate dall’Ancona e dare una risposta sul futuro del club. Lo farà entro il 10 giugno. Il problema è legato più a un vizio di forma che di sostanza, visto che la documentazione per l’iscrizione al campionato è stata presentata in tempo, al contrario dei pagamenti degli stipendi, poi però effettuati.

Se la Commissione dovesse bocciare la domanda del club, quest’ultimo avrà a disposizione due giorni di tempo per presentare ricorso, più precisamente entro il termine perentorio delle 19:00 del 12 giugno. Qualora non dovesse rispondere oppure venisse confermata l’esclusione dalla Serie C, si aprirebbero le porte al progetto Milan U23.

Serie C, Milan U23 alla finestra

Il Milan U23 è in cima alla lista nel caso in cui l’Ancona dovesse subire l’esclusione dalla Serie C. Il motivo? In caso di iscrizione bocciata, si procederebbe con un ripescaggio, e in questo caso vengono per prime le squadre B, rispetto alle retrocesse e ai club che hanno vinto il playoff di Serie D. I rossoneri sarebbero pronti a dare vita al nuovo progetto con Jovan Kirovski nuovo direttore sportivo e Bonera allenatore. Ma per ora i posti sono tutti occupati. Non resta che aspettare il verdetto sul futuro dei marchigiani.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...